13°

20°

lettere al direttore

Animali uccisi dubbi sui lupi e cani alla catena

Lettere al direttore - logo
Ricevi gratis le news
0

Gentile direttore,
quando come veterinario ufficiale mi recavo nelle aziende agricole di Parma anche per controllare lo stato di salute dei bovini, era inevitabile dovessi verificare se anche i vitelli che erano tenuti in gabbia godessero di buona salute. Per fare ciò dovevo aprire il cancelletto dei box e controllare gli animali. Le posso assicurare che non sempre era un’operazione semplice dato che erano costruiti in modo tale da impedire ai vitelli di uscire. E qualche volta, non riuscendo nell’impresa, non le nascondo che mi toccò pure chiedere aiuto. Allora, leggendo l’articolo sulla Gazzetta di oggi 12 marzo «Neviano Vitello divorato dai lupi in una azienda di Mussatico» mi sono chiesto: «O quando andavo nelle aziende agricole ero molto imbranato, o i lupi di oggi sono diventati così intelligenti al punto da riuscire ad aprire i cancelletti dei box dove sono custoditi gli animali!»l. Perché vede signor direttore mentre i cani e i gatti osservando le gestualità dell’uomo capiscono anche come fare per aprire una porta, i lupi che vivono nei boschi come fanno ad apprendere ciò che non hanno mai visto fare? E qui, signor direttore, mi fermo non volendo entrare oltre nel merito di una vicenda che mi pare un po’ ingarbugliata e che indubbiamente necessita di una serie di indagini che portino a meglio comprendere le dinamiche di quanto accaduto. E già che ci sono vorrei anche replicare a quanto asserito dal signor Pazzoni (Atc) nell’articolo «Traversetolo. I lupi tornano vicino alle case». Rifacendomi ancora a quando ero veterinario presso l’Ausl di Parma, in diverse occasioni ebbi modo di recarmi in Provincia per discutere sul problema della disseminazione di bocconi avvelenati sul territorio dato che ogni anno determinava la morte non solo di tantissimi carnivori selvatici, ma anche di animali domestici quali cani e gatti. In quelle occasioni di confronto, il rappresentate dei cacciatori sosteneva che, a suo parere, i bracconieri che compivano quei misfatti lo facevano perché ritenevano che sul territorio vi fossero troppi cani randagi. Pur non condividendo, ovviamente, questo loro modo di agire, il rappresentante dei cacciatori si lamentava anche del fatto che troppi padroni di cani lasciavano girovagare i loro animali anche in zone in cui era tassativamente vietato. Ed è probabile, Legge alla mano, che avesse ragione. Evidentemente a distanza di qualche anno le cose sono molto cambiate, tant’è che molto spesso si leggono dichiarazioni di cacciatori preoccupati non che vi siano molti cani liberi senza controllo, ma della loro uccisione da parte dei lupi. Ciò non potrebbe che rallegrarmi se non fosse che non si tiene conto del fatto che i cani dovrebbero essere tenuti sempre sotto il controllo del loro padrone e mai e poi mai lasciati liberi di scorrazzare dove capita o, peggio ancora, tenuti costantemente alla catena. Basta girare per le nostre campagne per accorgersi di quanti siano i cani legati giorno e notte nel giardino di casa quando non addirittura sotto i portici dei granai. E questo modo di comportarsi oltre ad essere vietato dalla Legge Regionale n. 5 del 2005, rappresenta pure un grande pericolo per gli stessi cani dato che impedisce loro di fuggire in presenza di un predatore. I cani sono animali sociali e il loro isolamento dal branco-famiglia viene ormai considerato un reato al pari del loro abbandono. Anche su questo bisogna meditare.

Giorgio Mezzatesta

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Miguel Bosé e il compagno si separano: separata anche la custodia dei figli

gossip

Miguel Bosé e il compagno si separano: separata anche la custodia dei figli

Velluto Rosso

SPETTACOLI

"Velluto Rosso", tutto il teatro della settimana Video

Sabato latino al New York: ecco chi c'era - Foto

GAZZAREPORTER

Sabato latino al New York: ecco chi c'era Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Glaxosmithkline, da Parma innovazione per il mondo

TV PARMA

Glaxosmithkline, da Parma innovazione per il mondo

Lealtrenotizie

Dati incidenti stradali provincia di PArma 2017 e raffronti con dati storici

parma e provincia

Incidenti stradali, aumentano i decessi: +122%. Tra le vittime, triplicati i pedoni

ALLARME DROGA

Aumentati del 20% i parmigiani che chiedono di essere curati

Lutto

San Leonardo piange Nazaria Vecchi, medico di base del quartiere

1commento

IL CASO

Corale Verdi, Iren stacca la luce

2commenti

TRIBUNALE

Picchia il figlio sotto casa, ma un passante lo denuncia: condannato a 3 mesi

2commenti

CULTURA

Edoardo Tresoldi, l'arte della materia assente. E il legame speciale con Parma

GOVERNO

Numero chiuso a Medicina? Il governo riapre il dibattito

CALCIO PARMA

Un Inglese da Nazionale

CALESTANO

Addio alla madre della Mariella di Fragno

12 tg parma

Smog, un'altra giornata nera. E c'è rischio concreto di blocco del traffico Video

1commento

interviste

Parlare di sessualità ai figli: come rompere i tabù Video-interviste

Bassa

Sissa Trecasali, sì alla pista ciclopedonale

12Tg Parma

Disagi in via Europa, gli esercenti: "Incassi dimezzati" Video

2commenti

il caso

"Dati falsificati o inventati": Harvard chiede il ritiro di 31 studi del parmigiano Anversa

12Tg Parma

Sedici pattuglie per una notte di controlli straordinari: si ripeterà ogni settimana Video

2commenti

Furto

Blitz dei ladri ai Corrieri: portata via la cassaforte

7commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Non si può pensare solo agli impegni elettorali

di Domenico Cacopardo

WORLD CAT

Ecco la Top10 dei gatti più votati. Mandate le vostre foto

ITALIA/MONDO

Rimini

Cocaina spacciata nei bagni, chiuso per due mesi il ristorante "VichyCristina"

IL SONDAGGIO

Solo il 44% italiani voterebbe per restare nella Ue. Siamo all'ultimo posto

SPORT

sport

Conosciamo Alessandro Magnani, un parmigiano ai Mondiali juniores di judo Video

volley

Mondiali donne; primo ko (irrilevante) dell'Italia, la Serbia vince 3-1

SOCIETA'

GUSTO LIGHT

La ricetta "green" - Biscotti di castagne e cioccolato

hi-tech

YouTube ko per oltre un'ora in tutto il mondo: mistero sulle cause

MOTORI

RESTYLING

Nissan rinnova qashqai. ecco il 1.3 benzina

NOVITA'

Nuova Kia Ceed: 5 porte e wagon lanciano la sfida