21°

lettere al direttore

Incredibile processare il Parma per una banalità

Lettere al direttore - logo
Ricevi gratis le news
0

Signor direttore,
sono un tifoso gialloblù e vorrei esprimere il mio commento in merito alla vicenda sms. Quello che si sta compiendo è un vero e proprio scempio, alla faccia del calcio etico e moralizzato e del fair-play finanziario. Come si fa a mandare a processo una società per una banalità, per una sciocchezza del genere? Certo, il signor Emanuele Calaiò ha commesso una grave ingenuità, che ha causato gravissimi danni, economici e di immagine, alla società, e questo basterebbe – secondo il mio modesto parere - per chiedergliene conto (io gli regalerei un titolo di viaggio di sola andata, con partenza da Parma e con la speranza di non rivederlo più dalle nostre parti), ma da qui a punire squadra, società e tifosi passa un abisso.
E' triste vedersi togliere una meritatissima serie A conquistata sul campo per vicende insussistenti come quelle in oggetto, ma quello che mi fa più rabbia è vedere in Lega certi personaggi che, con un eufemismo, definirei squallidi. Mi riferisco, nello specifico, a Zamparini, Lotito e Preziosi. Zamparini è indagato per falso in bilancio, frode fiscale e riciclaggio e ora vorrebbe fare lo sciacallo e approfittare dei guai del Parma (ricordo che a inizio della stagione appena trascorsa doveva portare i libri in tribunale). Apprendo proprio ora dalla Gazzetta di Parma che il tribunale sta discutendo sul dissequesto del Palermo! Preziosi, a suo tempo, era stato «pescato» con una valigetta contenente 250 milioni delle vecchie lire: lui si era giustificato dicendo che «stava andando a comprare un giocatore» ed era stato in seguito inibito, vale a dire non dovrebbe neanche mettere piede in uno stadio. Lotito, con la sua Lazio, rischiava il fallimento, che gli fu evitato rateizzandogli la massa debitoria in 30 anni. Nei giorni scorsi ho letto su un giornale economico che il debito di Lotito era ben superiore a quello che ha portato al fallimento del Parma di Ghirardi, anche se ritengo che tale fallimento sia stato un bene per tutti, un bagno di umiltà che ci ha riportato coi piedi per terra e ci ha consentito di ripartire da basi più solide. Certo, in altre realtà, se la squadra di calcio subisce un «torto», vi sono persone pronte a mettere a ferro e fuoco la città: forse a Parma i tifosi e i cittadini in genere hanno il torto di essere non solo realisti, ma anche persone civili e con argomenti più seri da proporre. Questo bacino di utenza diventa il nostro biglietto da visita.
Io penso che le istituzioni del calcio siano asservite ai cosiddetti poteri forti. Sempre leggendo i giornali economici, ho avuto conferma che più della metà delle società di serie A e B ha gravissimi problemi economici e finanziari e che solo pochissime società sono in regola con i parametri di bilancio richiesti dalla legge (il Parma, per inciso, è una di queste). In molti ricorrono a espedienti come le cosiddette plusvalenze fittizie, altri navigano a vista, aspettando il salvagente. Come non andare con la mente ai recenti fallimenti di Bari e Cesena? Per non parlare delle categorie inferiori, dove molte società cambiano proprietà oppure si iscrivono all'ultimo momento, oppure addirittura non si iscrivono nemmeno, preferendo ripartire da categorie inferiori. Diventa sicuramente pià facile togliere di mezzo il Parma che non altre realtà «consolidate». Quello che non mi spiego e la ragione per cui il Parma dia così tanto fastidio nelle «alte sfere», cui forse non piace il biglietto da visita di cui parlavo poc'anzi.
Io credo che la proprietà abbia i piedi per terra e sappia bene come muoversi, tuttavia la lotta per la salvezza (o forse sarebbe più esatto dire per la sopravvivenza) non andrà combattuta solo sul campo, ma anche contro quei poteri forti, contro quelli che sono dei veri e propri mulini a vento, capaci solo di essere forti con i deboli e deboli con i forti. La squadra di calcio diventa un valore aggiunto per la città solo quando (come a Parma) è gestita in maniera seria ed equilibrata.
Questa vicenda mi ha provocato un forte disgusto e una grande amarezza: comunque vada a concludersi, mi verrebbe voglia di bruciare poster, bandiere e quant'altro, di non entrare più in uno stadio e di non guardare più una partita in tv, ma la passione per il calcio e l'amore per il Parma è troppo forte e penso che continuerò a urlare: «Forza Parma!».

Ettore Zinelli

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Laura Pausini, cancellate le due date di Eboli: ha l'otite

oggi e domani

Laura Pausini cancella le due date di Eboli: ha l'otite

E' iniziato il Grande Fratello Vip. Benedetta Mazza: "Cerco l'amore" Video

TELEVISIONE

E' iniziato il Grande Fratello Vip. Benedetta Mazza: "Cerco l'amore" Video

Ricordando... un'estate in piscina: foto da Campora

PGN

Ricordando... un'estate in piscina: foto da Campora

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

LA CURIOSITA'

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

di David Vezzali

2commenti

Lealtrenotizie

A novembre la Guida Michelin farà brillare le sue stelle per la terza volta a Parma

16 novembre

Le "stelle" illuminano la città: per il terzo anno la Guida Michelin presentata a Parma

FIAMME GIALLE

Prostituzione: sequestrati 22 centri massaggi cinesi, 34 denunciati Foto

Identificate 25 ragazze cinesi. Il denaro era spedito in Cina via money transfer

1commento

INCIDENTE

Autocisa, un'auto si ribalta in galleria: i soccorsi arrivano (anche) in elicottero Foto

social

Il Parma viaggia verso Napoli (in treno): "selfone" di gruppo

MODENA

Pugni e testate alla capotreno sul Bologna-Parma: denunciata 26enne

CALCIO GIOVANILE

«Mio figlio col braccio rotto, ma nessuno ferma l'azione»

PARMA

Sparano "per gioco" a un distributore e una finestra: denunciati tre giovani Foto

La pistola era ad aria compressa. La finestra è stata danneggiata. Sono intervenuti i carabinieri

MONTAGNA

Fungaiolo ferito in zona Prato Spilla

Il Soccorso alpino sta intervenendo

FONTANELLATO

Un cane in cerca del suo padrone vagava in A1: salvato dalla Polstrada

Il proprietario, un autotrasportatore di Alessandria, non si era accorto che il cane lo aveva seguito

CALCIO

Gobbi a Bar Sport: "A Napoli per tentare di fare punti" Video

VIABILITA'

Via Europa, il cantiere provoca il caos

2commenti

Via Emilia Ovest

Il ladro scappa. Ma lascia i documenti

Archeologia

Torna alla luce l'antica Tannetum

MEDESANO

Ladri all'asilo: rubano e danneggiano e poi si fanno la pizza

2commenti

FIDENZA

Fallimento Di Vittorio, Gli alloggi verso la vendita a una nuova coop

NUOVO PADIGLIONE

Barilla, il futuro è green

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il non-detto dietro la legge di stabilità

di Domenico Cacopardo

L'ESPERTO

Terreni comunali: quando è possibile l'usucapione

di Arturo Dalla Tana*

ITALIA/MONDO

Roma

Omicidio del tifoso napoletano Ciro Esposito, confermati 16 anni all'ultrà romanista De Santis

sicurezza

Abbandono bimbi in auto: via libera del Senato al ddl "seggiolini"

SPORT

FORMULA 1

L'Alfa Romeo sceglie Giovinazzi: un italiano nel Circus dopo 8 anni

CALCIO

Doping: Giuseppe Rossi a processo, chiesto un anno di stop

SOCIETA'

Reggio

Disfunzione erettile, in Italia ne soffrono tra 3 e 5 mln

Napoli

"Lo sposo è scappato con i soldi dei regali". Scoppia una rissa al matrimonio

1commento

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

ANTEPRIMA

Ecco Tarraco, il Suv più grande di Seat