Sei in Mediagallery

appennino

Il Marmagna come lo vedono le aquile : il video del drone

22 agosto 2019, 09:51

Il Marmagna e la sua croce da una prospettiva che pochi hanno il privilegio di vedere: il cielo. E' così - come fossero le ali di un'aquila - che il fotografo Giovanni Garani, presidente del gruppo fotografico Obbiettivo Natura, ha voluto immortalare grazie al drone la seconda vetta in ordine di altezza dell'appennino parmense (1851 metri) e uno dei luoghi da sempre più amati. 

Il video è stato girato martedì 20 agosto e Garani lo racconta così: "Ben riconoscibile sotto al Marmagna il lago Santo ed il golfo di La Spezia in lontananza. Purtroppo in estate la visibilità è spesso limitata dalla foschia dovuta alle temperature elevate e quindi si fatica a vedere oltre, ma se si è fortunati si distingue con una certa facilità anche l'isola del Giglio. In inverno poi si arriva a distinguere persino il profilo della Corsica. La croce svetta sul monte dall'inizio del secolo scorso, seppure questa non sia come in origine, essendo stata modificata e ridimensionata alla fine degli anni sessanta, a causa delle eccessive dimensioni che ne avevano causato il cedimento. Recentemente è stato montato un impianto fotovoltaico per illuminarla di notte". 

© RIPRODUZIONE RISERVATA