Sei in Mediagallery

zona arancione

"La Dad non è scuola": protesta simbolica degli studenti di Parma davanti al Romagnosi - Foto

11 gennaio 2021, 08:42

Chiudi
PrevNext
1 di 15

Si sono dati appuntamento via social davanti al Romagnosi, ma sono arrivati in rappresentanza da diverse scuole:  Giordani, Ulivi, Toschi e non solo. 

Striscioni, teli a terra, coperte, thermos, libri. E con loro anche qualche prof, per l'iniziativa "Priorità alla scuola- Parma". Per dire che "la Dad non è scuola", che essere in aula è importante, che ne va del loro futuro.

E le proteste degli studenti, che si stanno svolgendo in tutta Italia, trovano il supporto della ministra Azzolina. «Capisco i ragazzi: il diritto all’istruzione è essenziale, sarei anch’io arrabbiata. Io ho il dovere di dire loro che il governo ha fatto tutto quello che doveva per il rientro a scuola. A maggio 2020 i medici mi scrivevano per chiedere di lasciare chiusa la scuola e così è stato, oggi ricevo lettere di tanti medici che mi chiedono di aprire le scuole: vedono le difficoltà dei loro figli. Ieri sera ho ricevuto la lettera di un anestesista». Lo ha detto intervenendo a Radio Rai 1.