×
×
☰ MENU

Madrid coi bambini: 8 buone ragioni per partire Foto

06 Dicembre 2016,03:21


Che sia il luogo giusto e possibile lo si intuisce già dall'oblò dell'aereo: la montagna che si alza, la metropoli che sfuma nel verde. Non ha la bellezza clamorosa e colorata di Barcellona, non quella calda ed elegante di Siviglia. Madrid è di una bellezza piacevolmente quotidiana: quella dei servizi che funzionano, delle strade ordinate, dei parchi che la fanno respirare, della vivacità del suo "cuore". Bella e possibile anche e soprattutto per chi viaggia coi figli.


1 – Il viaggio a misura di famiglia comincia già all'aeroporto Adolfo Suarez: troverete castelli-gioco sia lungo il percorso che vi porterà verso l'uscita, sia di fronte – e a pochissimi metri – al ritiro bagagli: utile sfogo per smaltire il volo e iniziare davvero la vacanza.


2 – Dici Madrid, dici parco. Il più famoso è El Retiro, nel centro della capitale spagnola: bello per vegetazione e anche per opportunità. Camminate, jogging, area per baby-arrampicata, noleggio della barca per godersi via acqua il lago. E' adatto a tutti (geniale il percorso di salute per la terza età o per chi deve fare riabilitazione: vedere per credere) e nel weekend si riempie di artisti di strada e personaggi dei cartoons con cui scattare una foto (a pagamente, serviva specificarlo?). Da non perdere è poi Madrid Rio, che si estende in lunghezza per 10 chilometri lungo il fiume della città. Si possono noleggiare le biciclette e per i bambini tappa obbligata sono i maxi-scivoli a tubo e il percorso sulle corde.


3 – E' facile da visitare, Madrid: si può approfittare della puntualità degli autobus e della rete capillare di metrolitana. Dieci metri sotto Plaza de Isabel II, in pieno centro, alla fermata Opera (L2, L5 e Ramal Norte), è possibile addentrarsi nel piccolo, affascinante Museo de los Caños del Peral. E ammirare i resti archeologici della Fontana omonima e del vecchio acquedotto che nel XVI e XVII secolo servivano la città.


4 – Dalle albòndigas – le polpette di carne cotte nel sugo di pomodoro - alle onnipresenti tortillas; dalle uova con patate fritte e prosciutto, al Salmorejo, una sorta di pappa di pomodoro con pane e briciole di uovo sodo e prosciutto: non è difficile mettere a tavola i più giovani. Quasi tutti i locali, poi, proprongono un menù bambini. Ma se sono curiosi, si può provare a sorprenderli al Mercado di San Miguel: evitando se possibile il sabato e la domenica oppure anticipando un po' l'orario del pranzo, la carrellata di sapori e colori è garantita, e ciascuno potrà scegliere cosa assaggiare.


5 – Ciascuno dei musei più importanti – dal Prado al Reina Sofia – organizza durante l'anno laboratori e visite a misura di famiglia. Ci si iscrive online, ma spesso si finisce in una lunga lista d'attesa. Se si sa con anticipo la data del viaggio, potrebbe non essere difficile riuscire nell'impresa. In alternativa, sono a disposizione visite – a pagamento e prenotandole – a misura di bambini e ragazzi. A portata anche di bimbi più piccoli è invece il Palazzo Reale: non è un castello come quelli a cui siamo abituati, ma è arredato, e il fascino di passare di sala in sala e arrivare alla corona e allo scettro c'è. Di fronte al lato lungo dell'edificio troverete poi un parco giochi: tattico. Una visita merita anche il Museo ferroviario (Pº. de las Delicias, 61): nella vecchia stazione di Delicias ospita una collezione completa di locomotive e vetture passeggeri per rivivere l’evoluzione del trasporto su rotaie. Nel cortile esterno si può salire su piccolo trenino (a pagamento) che piacerà ai bambini. All'interno, il Museo ospita spesso mercatini tematici, della creatività e dei piccoli produttori locali.


6- bambini appassionati di animali? Una visita la merita Faunìa, il parco tematico che si sviluppa su quattro ecosistemi e 15 aree tematiche. Si possono ammirare 3000 animali di 300 specie diverse e interagire con loro. Ad alcuni è possibile dar da mangiare, acquistando all'ingresso un sacchetto di cibo ad hoc e andando alla ricerca del proprio "commensale". Ed è possibile provare l'esperienza di un bagno con le otarie.


7 – Per chi ha voglia di fare una tappa creativa e rilassante, ecco una bottega-gioiellino: il laboratorio "Pinta en copas" in calle Velarde 3. Scegliete l'oggetto in ceramica da decorare e vi verranno forniti consigli, pennelli, colori, timbri e spugnette, oltre alla magia di ritrovarsi in un luogo in cui il tempo rallenta. Dopo un paio di giorni - necessari per il fissaggio in forno dei colori - potrete passare a ritirare il vostro specialissimo souvenir.

8 - Madrid dall'alto? Si può fare. Con il Teleférico, costruito nel 1969 per unire il centro di Madrid con Casa de Campo, il più grande parco pubblico della città. Si sale su una delle 80 cabine e si mette ai propri piedi la città, sorvolando uno dei quartieri storici della capitale spagnola. Undici minuti "in volo" e di grande suggestione per tutti, adulti compresi. 

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI