Sei in Gallery Sport

Parma saluterà l'ultima tappa della 1000 Miglia (sabato 18 maggio) - Le foto

15 febbraio 2019, 16:07

Chiudi
PrevNext
1 di 4

Questa mattina alla presenza dell'assessore al Turismo Cristiano Casa, del sindaco di Langhirano Giordano Bricoli, del sindaco di Busseto Giancarlo Contini, del vice presidente del Comitato Operativo 1000 Miglia 2019 Giuseppe Cherubini e Marcello Ferrari ufficio tecnico e sportivo 1000 Miglia, è stata presentata l'edizione 2109 della corsa più bella nel mondo nel paese più bello del mondo. La Freccia Rossa, alla sua trentasettesima rievocazione, partirà mercoledì 15 maggio, riaccendendo l’entusiasmo dei milioni di appassionati che affolleranno le strade d’Italia per assistere al passaggio di una gara che è entrata nella leggenda.


I paesaggi sono quelli fra i più suggestivi d’Italia, e così la 1000 Miglia attraverserà il cuore dello stivale verso la Capitale, per poi tornare dove tutto è nato, a Brescia, sabato 18 dopo aver fatto tappa a Cervia-Milano Marittima-Roma e Bologna. L’edizione 2019 vedrà protagonisti 430 esemplari di vetture d’eccezione, testimonianza della storia del design e dell’automobile, eppure contemporanee e proiettate verso il futuro. Il Percorso, nell’edizione 2019, le città che diventeranno sfondo e protagoniste della 1000 Miglia saranno, nel primo giorno Brescia, Desenzano, Sirmione, Valeggio sul Mincio, Mantova, Ferrara, Comacchio e Ravenna, per arrivare poi in serata a Cervia-Milano Marittima. Alle prime luci dell’alba giovedì 16 maggio, la carovana raggiungerà Cesenatico e proseguirà per Senigalia, Fabriano e Assisi, Perugia, Terni e Rieti fino a raggiungere la Capitale, alle luci del tramonto in un contesto di grande impatto scenico ed emotivo. Venerdì 17 maggio comincerà la risalita attraverso i paesaggi mozzafiato del Lago di Vico e di Viterbo, Radicofani, Castiglione d’Orcia, Siena, Vinci, Montecatini, Pistoia, e si concluderà nel cuore dell’Emilia, facendo tappa a Bologna. L’ultima tratta di sabato 18 maggio passerà per Modena, Reggio Emilia, Langhirano, Parma, Busseto, Montechiari e Travagliato, per concludersi con l’ingresso trionfale a Brescia, per la tradizionale passerella in Viale Venezia.

 “Anche quest’anno la corsa più bella del mondo, uno dei miglior esempi del Made in Italy, ha inserito la nostra città nel suo percorso. Saremo protagonisti insieme alla Food Valley, al nostro territorio, alla nostra cultura e lasceremo sicuramente un bel ricordo e la voglia di ritornare a trovarci in tutti coloro che parteciperanno. E’ un evento di grande prestigio, atteso e di promozione per il nostro territorio in attesa anche di Parma 2020. Prepareremo una  bella accoglienza. Una novità importante per la nostra città per questa nuova edizione: gli equipaggi giungeranno a Parma sabato 18 all’ora di pranzo avremo così la possibilità di ammirare l'arrivo delle auto. Gli equipaggi sosteranno per un pranzo in una location d’eccezione come Palazzo Ducale, e qui potranno riassaporare le nostre eccellenze enogastronomiche e culturali.  

E' un evento che permetterà ancora una volta al nostro territorio, alla nostra food valley di farsi conoscere passando da Parma fino ad arrivare nelle terre di Langhirano e di Busseto. Gli equipaggi sono indirettamente ambasciatori di Parma nel mondo e contribuiscono a diffondere il nome della nostra città a livello internazionale. L'obiettivo è di fare vivere ancora una volta alla 1000 Miglia la nostra città, la sua accoglienza e le sue eccellenze, una sfida che anche per questa nuova edizione ci renderà protagonisti. Ringrazio gli organizzatori, i volontari, la TEP, l'ACI, la Croce Rossa, il NIP, i Carabinieri in congedo e quanti ancora ci sostengono la realizzazione di questa manifestazione" - ha introdotto l’assessore al Turismo del Comune di Parma Cristiano Casa. "Grazie alla collaborazione con la città di Parma e il territorio quest'anno anche Langhirano avrà un'occasione unica per farsi conoscere. Prenderemo per la gola anche noi gli equipaggi allungando una fetta del nostro Prosciutto. Ospitare un evento come la 1000 Miglia è davvero importante ed è il risultato del grande lavoro di squadra che il nostro territorio ha attuato" ha commentato il sindaco di Langhirano Giordano Bricoli. "Per questa edizione il profumo del prosciutto si confonderà con quello del culatello. Conosco le emozioni che questa gara dà non solo agli equipaggi ma in tutti coloro che la aspettano. Per due volte ho gareggiato e i colori, i paesaggi, il vento sul viso, i sapori e il profumo dei motori non lo si dimentica. Ecco perché organizzeremo una accoglienza all'altezza di un evento di così ampia portata. Ci presenteremo con quello che ci identifica: sulle tavole troveranno culatello, in piazza esporremo le "Ferrari" di Giuseppe Verdi, le sue carrozze e la Bianchina di Giovannino Gareschi, piccoli e preziosissimi gioielli per appassionati" ha commentato il sindaco di Busseto Giancarlo Contini. "Con Casa ci sentiamo a casa. Ripartiamo con una nuova edizione, felici di ritrovare Parma e il suo territorio protagonisti insieme a noi. Il filo conduttore della corsa è la passione sia di chi corre che di quelli che la aspettano. Ci rivediamo il 18 maggio e tra una fetta di prosciutto e di culatello daremo un assaggio di quello che succederà per l'edizione del 2020 che sarà ancora più speciale" ha concluso il vice presidente del Comitato Operativo 1000 Miglia 2019 Giuseppe Cherubini. L’appuntamento con la sfilata della Freccia Rossa è fissato per sabato 18 maggio, alle ore 8.30 con le vetture del Ferrari Tribute to 1000 Miglia e del Mercedes-Benz 1000 Miglia Challenge; mentre alle ore 11.00 è previsto l’ingresso delle prime vetture della 1000 Miglia nel centro storico. Le auto attraverseranno Piazza Garibaldi e si dirigeranno verso Palazzo Ducale, location d’eccezione per il pranzo di tappa. La corsa ripartirà, dopo il tradizionale controllo orario, in direzione del borgo di Bussetto, paese natale del maestro Giuseppe Verdi.