Gallery

Tu chiamale se vuoi percezioni

Parma XL Sicurezza - Cifre, storie, immagini: e i commenti dei lettori esasperati

14 marzo 2016, 11:24

Chiudi
PrevNext
1 di 10

Il titolo si ispira a una stupenda canzone di Lucio Battisti. Ma qui le "Emozioni" sono tutte e solo negative: vetrine infrante, case a soqquadro, strade in cui i padroni sembrano altri... E' un nuovo capitolo delle nostre inchieste su Parma e, in questo caso, sulla situazione della sicurezza. Che a molti lettori sembra in continuo peggioramento: solo questione di "percezioni"...? Leggi la nostra inchiesta di oggi e i confronti con il passato in fondo all'articolo:

PARMA XL - Sicurezza in città: i fatti separati dalle opinioni

Iniziamo sfogliando la fotogallery, così vediamo e capiamo subito di che cosa stiamo parlando. Concretamente, non per opinioni o numeri astratti.

E neppure, non ditecelo davvero più, per "percezione". Le foto, e gli articoli da cui le abbiamo ricavate per la fotogallery, infatti, sono tutti concretissimi e verissimi episodi, che in 10 immagini mettono insieme tutte le fattispecie che stanno turbando il sonno dei parmigiani: negozianti o ragazze aggrediti, nei bar o in un portone;  derubati-record ( i 3 furti in 15 giorni di Corradi o il centro di San Prospero quasi più visitato dai ladri che...dai clienti); case a soqquadro e notti insonni; scuole, ospedali, chiese senza rispetto e senza difese; statistiche che, alla faccia delle tranquillizzanti frasi ufficiali da Roma a Parma, dicono di un +110% dei furti nel decennio; cittadini sempre più disposti al fai da te (a volte anche con risultati concreti, ma con quali rischi...?); intere strade, o quartieri?, nelle mani e nella disponibilità dei pusher-ciclisti, nuova e sgradevole versione della città delle biciclette...

Se le antenne da cronista funzionano ancora bene, sembra di cogliere nella città vari segni di esasperazione e risveglio al tempo stesso. Piccoli ma significativi messaggi dal basso, che forse istituzioni e politica dovrebbero mettere con più convinzione in agenda: e senza, almeno su questo, litigare e dividersi.

Perchè la gente inizia a chiederselo, anche nello spazio commenti dei nostri articoli: ma davvero è impossibile "bonificare" le strade divenute market di droga? Ma davvero si deve dare per scontato che un parco (ad esempio il Falcone Borsellino) in certi orari vada schivato come una volta si diceva a New York di certe strade di Harlem? Ma davvero dobbiamo rassegnarci a un Oltretorrente in cui la poesia delle vecchie officine meccaniche dentro cui ancora si intravedono i ritratti verdiani debba convivere con il nuovo e sgradevole olezzo di piscio di troppi borghi?

Sì, sono parole e temi antipatici, ai quali vorremmo privilegiare i racconti della città creativa del gusto, del calcio biologico, delle eccellenze. Ma quali future eccellenze possiamo progettare se nel frattempo non ci sentiamo sicuri neppure a casa nostra? Ecco perchè, ripescando anche alcuni documenti dei mesi scorsi (anche per ricordare e ricordarci che denunce, impegni, comitati e protocolli per la sicurezza li raccontiamo da anni), rinnoviamo da oggi una delle inchieste della nostra sezione Parma XL: le nostre sezioni "extralarge" per vedere, al di là delle notizie consumate in tempo reale, che cosa e come sta cambiando nella Parma del terzo millennio.

(segue...)

E, naturalmente, per compilare questo dossier aspettiamo come sempre anche e soprattutto i vostri contributi, nel nostro spazio commenti sotto questo articolo.

LEGGI altre inchieste e articoli sul tema sicurezza: 

Tutta nostra la città ?

1985-2015: come è cambiata la sicurezza a Parma?

Parma non ha paura (Video Tg Parma)

I cartelli scaccia-ladri

Così abbiamo preso lo scippatore

PARMA XL - Guarda le nostre inchieste no-stop