Gallery

L'addio del quartiere a Mario, clochard gentile

30 marzo 2016, 12:39

Chiudi
PrevNext
1 di 1

Da ieri in via Colli c'è un lenzuolo bianco vicino al passaggio a livello. E' appeso là dove ancora resta la "mitica" sedia rossa e c'è scritto "Ciao Mario. Ci mancherai". L'hanno realizzato alcuni residenti e commercianti della zona di via Abbeveratoia, via Volturno  e via Colli e da ieri si sta riempiendo di firme, ricordi, pensieri e sì, dolore per Mario che non c'è più a scandire le giornate e ad addolcire l'attesa davanti alle sbarre abbassate. 

Mario il clochard gentile. Mario che scriveva, e scriveva, e scriveva sui suoi quaderni. Mario che da anni era diventato una presenza costante nei pressi del passaggio a livello. Lui, la sua sedia rossa, e i suoi modi garbati. E quel ricordo che si propaga attraverso i social network. "Mai insistente.. se non avevi niente da dargli lui si fermava semplicemente a chiacchierare intrattenendoti mentre le sbarre erano giù", ricorda Deborah.

"L'ultimo periodo mi fermavo spesso da lui..non camminava più..gli dicevo perché non si andava a fare vedere...Non voleva perdere la sua libertà..tutti i giorni passavo e preparavo qualcosa da portargli. Sigarette..spiccioli..di una gentilezza disarmante...l'estate passata si metteva la sera nel parchetto di via Colli..faceva il bucato e due spaghetti con il fornellino..dormiva dietro l'ex distributore di via Fleming..un'amico riservato con un cuore immenso..mi mancherà tantissimo", aggiunge Stefano.

E con lui tanti altri, in un susseguirsi di commozione e dolore per chi con poco ha saputo donare tanto: la gentilezza. Che non è mai invisibile.