Gallery

LegaPro: si comincia con Modena-Parma, in dicembre il derby con la Reggiana

La prima giornata il 28 agosto. Carra: "Campionato lungo e difficile, ogni partita sarà dura"

11 agosto 2016, 20:15

Chiudi
PrevNext
1 di 0

Lega Pro, prima giornata il 28 agosto: si giocherà il sabato o la domenica, con anticipi al venerdì e posticipi al lunedì. 
Il Parma Calcio 1913 debutta in trasferta a Modena. L'atteso derby con la Reggiana è in calendario il 18 dicembre a Reggio Emilia, nell'ultima giornata. A Santo Stefano, il 26 dicembre, c'è la prima partita di ritorno: Parma-Modena al Tardini. 

Ecco il calendario del Parma Calcio 1913: 

1° giornata: Modena-Parma
2° giornata: Parma-Lumezzane
3° giornata: Santarcangelo-Parma
4° giornata: Parma-Venezia
il 14 settembre. Il Venezia è una delle squadre candidate alla promozione in B. 
5° giornata: Pordenone-Parma
6° giornata: Parma-Albinoleffe
7° giornata: Sambenedettese-Parma
8° giornata: Parma-FeralpiSalò
9° giornata: Forlì-Parma

10° giornata: Parma-Mantova
11° giornata: Fano-Parma
12° giornata: Parma-Gubbio
13° giornata: Maceratese-Parma
14° giornata: Parma-Padova
15° giornata: Ancona-Parma
16° giornata: Parma-Bassano
17° giornata: Sudtirol-Parma
18° giornata: Parma-Teramo
19° giornata: Reggiana-Parma (il derby più atteso dai tifosi si giocherà il 18 dicembre a Reggio Emilia) 


Sulla Gazzetta di Parma in edicola domani, un inserto sul calendario del Parma in LegaPro, da staccare e conservare

CARRA: "CAMPIONATO LUNGO E DIFFICILE, OGNI PARTITA SARA' DURA". L'amministratore delegato del Parma Calcio 1913 commenta così il calendario della LegaPro, sul sito ufficiale della società: 

Ci saranno tante partite difficili, perché affronteremo realtà che sono in Lega Pro da tanti anni facendo molto bene. Penso al Pordenone, alla Virtus Bassano, al Feralpi Salò e anche ad altre squadre. Sarà un campionato lungo e non semplice. Ogni domenica sarà una battaglia. C’è stata la sorpresa del cambio di orari e di giorni delle partite, soprattutto con il fatto che i gironi a turno al sabato. Per le prime tre partite il girone B, di cui facciamo parte, e il girone C giocheranno alla domenica. La scelta del presidente della Lega Pro di voler presentare i calendari a Parma è stata una bella testimonianza nei confronti della nostra idea di rinascita e alla nostra spinta di ripartenza”

L'ESTRAZIONE DEI CALENDARI AL TEATRO REGIO. Alle 18 inizia la cerimonia. Dopo un discorso introduttivo, l'inno di Mameli, l'intervento del presidente della Lega Pro Gabriele Gravina e dell'assessore allo Sport Giovanni Marani. Parma, ha detto, ha dimostrato di essere "una città amante del pallone" con una dimensione "familiare" che "abbiamo riscoperto" e "porteremo in LegaPro". 

GRAVINA: NUOVI PLAY OFF, FORMULA AVVINCENTE". "Sarà una fase finale avvincente, ma prima di arrivare ai play off ci sarà un campionato molto competitivo con molte città che hanno già conosciuto la massima serie. Sarà una bellissima vetrina, uno spot per il calcio italiano. L’auspicio, che estendo a tutte le squadre, è che sia una competizione leale, corretta, all’insegna del fair play, di cui avvertiamo un grande bisogno". Lo ha detto, ai microfoni di Sky Sport, il presidente della Lega Pro, Gabriele Gravina, a margine dei sorteggi per la composizione dei calendari dei tre gironi, al Regio. Per la promozione in Serie B la formula di quest’anno prevede, fatta eccezione per le vincitrici dei tre gironi che accedono direttamente alla serie cadetta, il coinvolgimento di 28 squadre: "Il quarto posto per la B - ha spiegato Gravina - se lo giocheranno 28 squadre dal secondo al decimo posto, più la vincente della Coppa Italia, una novità assoluta che punta a valorizzare anche questo trofeo". Ieri è stato ufficializzato il ripescaggio dell’Albinoleffe, ancora sub iudice invece l’iscrizione della Paganese, ammessa con riserva: "Aspettiamo la decisione del Tar il 30 agosto, l’indomani il Consiglio federale prenderà atto della decisione o riaprirà i termini di iscrizione per l’eventuale sostituzione della Paganese".
Il sorteggio dei calendari quest’anno si svolge a Parma: "L'abbiamo scelta per valorizzare i sacrifici e l’impegno che questa città ha dovuto sostenere per tornare nel calcio professionistico. Ma non sarà un caso isolato, intendiamo portare avanti un progetto itinerante per uscire dal nostro guscio e andare incontro alle società: ogni evento sarà organizzato in una città diversa".