Gallery

Primi arresti per la raffica di bombe contro i turisti

13 agosto 2016, 20:34

Chiudi
PrevNext
1 di 0

La polizia thailandese ha compiuto dei primi arresti di persone sospettate per la raffica di attentati dinamitardi compiuti tra ieri e l’altro ieri in varie località del Paese, in uno dei quali sono rimasti feriti anche due italiani. Lo rivelano alcuni media internazionali, fra cui Fox News e The China Post, con quest’ultimo che parla di due arresti.

«Crediamo sia stato il lavoro di una rete guidata da un pianificatore», aveva detto il vice capo della polizia, Ponsapat Pongcharoen, ma «non è ancora chiaro quale sia il movente, ha aggiunto, sottolineando che i responsabili non sono da ricercare tra i separatisti islamici del sud, come ipotizzato da molti analisti.
Nel frattempo, nelle zone turistiche colpite si segnalano diverse cancellazioni. La situazione sta in ogni caso lentamente alla normalità: a Hua Hin e Phuket, le strade chiuse ieri dalla polizia sono state riaperte, e i turisti hanno ricominciato a uscire dai loro alberghi.