Gallery

Un mese fa la strage sulla Promenade: il ricordo di Nizza

14 agosto 2016, 23:20

Chiudi
PrevNext
1 di 9

Un mese fa la corsa assassina del camion sulla Promenade del Anglais travolgeva la vita di 85 persone: oggi Nizza si raccoglie per ricordare, raccogliersi e rendere omaggio alle vittime di quel tragica sera della Festa nazionale francese, e il celebre lungomare pedonale nizzardo è tornato a ospitare un mare di fiori. E anche la locale squadra di calcio, l’Ogc Nice e la squadra ospite, il Rennes, entrambe rendono il loro omaggio scendendo in campo stasera in trasferta nella città bretone per l’avvio del campionato di Ligue 1 con maglie speciali per ricordare le vittime: bianca per il Nizza e rossa per il Rennes, senza sponsor né pubblicità e con solo lo stemma e un cuore stilizzato formato da una linea a spirale che unisce i nomi di battesimo di tutti gli 85 morti. Maglie che saranno poi messe in vendita - fanno sapere i media locali - per raccogliere fondi a favore delle famiglie delle vittime della strage jihadista.
L’arcivescovo di Marsiglia Georges Pontier ha annunciato che domani per la ricorrenza religiosa dell’Assunzione tutte le messe celebrate nel paese saranno dedicate alla Francia per il difficile momento che sta attraversando a causa del terrorismo. Le campane di tutte le Chiese suoneranno insieme a mezzogiorno e ci sarà una giornata di preghiera particolare e commossa anche in memoria di padre Jacques Hamel, assassinato da due estremisti islamici lo scorso 26 luglio mentre celebrava la messa nella sua parrocchia di Saint-Etienne du Rouvray.
Intanto molti dei familiari delle vittime si sono raccolte in un’associazione intitolata «Promenade del Anges, 14 Juillet», in cui con un gioco di parole 'Anges' (angeli) sostituisce 'Anglais' (inglesi), secondo quanto annuncia sulla stampa la Federazione nazionale francese di attentati e di incidenti collettivi (Fenvac). Lo scopo dell’associazione, si legge nella nota della Fenvac, è di «permettere a coloro che intendono unirsi per affrontare nel modo migliore le conseguenze drammatiche di quell'attentato».

© RIPRODUZIONE RISERVATA