Gallery

Piena del torrente Parma: preallarme a Parma, Colorno, Mezzani e Torrile Foto

250 millimetri di pioggia: danni e preoccupazione in Appennino

06 novembre 2016, 12:01

Chiudi
PrevNext
1 di 0

Piogge violente e vento forte hanno creato non pochi disagi alle popolazioni della montagna est, che nel weekend si sono ritrovate a fare i conti con una quantità di pioggia che da anni non si registrava. Le stazioni meteo ieri mattina segnavano accumuli che superavano i 250 millimetri di pioggia in zona crinale, ma che raggiungevano i 160 millimetri a Palanzano e oltre 230 a Trefiumi.

Gonfi di acqua, quasi al limite dello straripamento, i torrenti della zona, con il Cedra sorvegliato speciale per tutta la notte tra sabato e domenica e grande preoccupazione per il Parma in zona Ponte Romano, nel cornigliese (come mostrano le foto della lettrice Alessandra).

A Zibana, nel palanzanese, le acque di una cunetta stradale hanno divelto il tubo del sottopasso stradale. Nella mattinata di ieri i sindaci dei comuni interessati dalla "bomba d’acqua" sono andati in ricognizione sui territori insieme ai tecnici e agli operai comunali, che sono subito entrati in azione per ripulire le strade da fango e sassi.

Diversi allagamenti si sono registrati nella zona di Albareto e Borgotaro. 


PROTEZIONE CIVILE: PREALLARME PER CRITICITA' IDRAULICA. La Protezione civile dell’Emilia Romagna ha attivato alle 15 la fase di preallarme per criticità idraulica in una serie di comuni interessati dai fiumi Parma, Panaro e Secchia. I provvedimenti sono stati presi per il transito del colmo di piena.
I territori interessati sono quelli di Parma, Colorno, Mezzani e Torrile; Rubiera (Reggio Emilia); Camposanto, Finale Emilia, Nonantola, Ravarino, Castelfranco, San Cesario, Concordia, Novi, San Possidonio, Bastiglia, Bomporto, Carpi, Cavezzo, Soliera, Campogalliano, nel Modenese, oltre al capoluogo; Crevalcore (Bologna); Bondeno (Ferrara).