Sei in Gallery

Baci e torture sullo sfondo della separazione fra le razze: i mille volti del Sudafrica

11 maggio 2017, 19:45

Chiudi
PrevNext
1 di 18

Due uomini bianchi stanno cambiando una gomma di un'auto: evidentemente lavorano da ore. Un'inserviente, una donna di colore, porta loro da bere: si china per appoggiare il vassoio su una ruota appoggiata a terra. Nei due uomini si capta un atteggiamento di superiorità e allo stesso tempo di indifferenza verso la donna. Sono gli anni Sessanta, epoca di segregazione razziale. Ma stavolta la foto non descrive qualche località del sud degli Stati Uniti. E' il Sudafrica nel pieno dell'epoca dell'apartheid. «Tè del pomeriggio servito a due uomini che stanno riparando un'auto su un marciapiede a Fairviews», recita la didascalia della foto scattata da David Goldblatt nella zona di Johannesburg, nel 1965.
E' una delle foto in mostra a «Fotografia Europea»: nella sede centrale della rassegna, nel palazzo dei Chiostri di San Pietro in centro a Reggio Emilia, fra le mostre del calendario principale c'è «Breve storia della fotografia sudafricana».
Al piano superiore del palazzo si trova (anche) questa mostra, con una serie di foto che raccontano il Sudafrica negli ultimi cent'anni, fra guerra, apartheid e problemi contemporanei. La mostra racconta il Sudafrica con un taglio più marcatamente politico, ma non mancano gli scatti - in gran parte in bianco e nero - che raccontano uno spaccato della società di questo Paese. Si trovano così Hendrik Verwoerd, primo ministro bianco negli anni '60, e Nelson Mandela, presidente del Sudafrica dopo la fine dell'apartheid e simbolo stesso della lotta alla segregazione. I fotoreporter narrano di scontri nelle township (i sobborghi delle grandi città abitati dai poveri), azioni militari in diverse epoche, proteste contro il regime. Si può incappare nella foto di un bambino in posa fra le tombe di attivisti uccisi per poi vedere bimbi che giocano in strada. Non manca qualche pillola di costume. Ad esempio... Due coppie di giovani (bianchi) si baciano appassionatamente in un locale. Le acconciature sono quelle in voga negli anni '60. Anche in questo caso potrebbe essere una foto «rubata» tranquillamente in America, nella Swinging London o nella Roma della Dolce Vita. Invece no: è Città del Capo, Godfrey Street, nel 1968. 

Scopri le novità della sezione Fotografia