Sei in Gallery

Arriva a Parma la campagna choc dei no-Vax: ed è subito bufera

14 gennaio 2018, 17:11

Chiudi
PrevNext
-Interrogazione In Merito All?esposizione Di Cartellonistica ?genitori Del No? Contro La Vaccinazione Obbligatoria
Interrogazione In Merito All?esposizione Di Cartellonistica ?genitori Del No? Contro La Vaccinazione Obbligatoria
1 di 3

Almeno due manifesti: uno che in via Pertini ritrae un neonato ed è corredato dalla scritta "Io sono danneggiato grave da vaccino lasciato solo e abbandonato dalle istituzioni", l'altro in via Sidoli ha il volto di un adulto oscurato da "Io sono morto per un vaccino 21 anni fa e nessuno conosce la mia storia". Il primo è stato strappato, il secondo è ancora lì. Entrambi stanno scatenando la bufera sui social, anche a Parma. La campagna choc era stata lanciata dell'associazione veneta no-vax Corvelva in vista della decisione della Consulta sul ricorso al piano vaccinale del governo e ai suoi obblighi. E nel mirino era finita soprattutto una terza immagine: quella di un altro neonato associato alla scritta: "Io sono uno dei bimbi morti per Sids poist-vaccino esavalenteoccultati dai rapporti ufficiali". E questo perché quel neonato è vivo, è figlio di un fotografo e la sua immagine è stata acquistata su una piattaforma online.