Sei in Gallery

Morte la figlia di un magnate turco e 7 amiche: recuperati corpi e scatola nera

12 marzo 2018, 12:23

Chiudi
PrevNext
1 di 0

E’ stata recuperata la scatola nera del jet privato turco che si è schiantato ieri nella provincia sudoccidentale di Chahar Mahal-Bakhtiari, in Iran: lo ha reso noto il vice governatore generale della provincia, Jafar Mardani.
Mardani ha aggiunto che sono stati recuperati anche tutti i corpi delle vittime della sciagura, cosata la vita agli otto passeggeri e ai tre membri dell’equipaggio che si trovavano a bordo velivolo.
Come è noto, sull'aereo viaggiavano la 28enne Mina Basaran, figlia del proprietario dell’omonima holding turca, e sette sue amiche che rientravano dalla festa di nubilato di una loro amica a Dubai.

IL GRUPPO TORNAVA DA UNA FESTA DI ADDIO AL NUBILATO. Stavano tornando dalla festa di nubilato di una loro amica, ma il jet privato sul quale viaggiavano si è schiantato, per cause ancora da accertare, su una montagna nel sudovest dell’Iran dopo aver preso fuoco.
Una morte tragica per Mina Basaran, 28 anni, figlia del proprietario dell’omonima holding turca, che opera in diversi settori e proprietaria del jet, e sette sue amiche, oltre ai tre membri dell’equipaggio. L’aereo, secondo quanto riferiscono i media locali, era partito da Sharjah, negli Emirati Arabi Uniti, e stava rientrando a Istanbul, quando all’improvviso è scomparso dal radar. Poco dopo la notizia che il jet si è schiantato su una montagna nella provincia sudovest di Chahar Mahal-Bakhtiari, a 400 km da Teheran. Le squadre di soccorso sono riuscite a raggiungere la zona dell’incidente solo dopo diverse ore a causa delle pessime condizioni meteorologiche e, secondo quanto riferiscono i media locali, i rottami erano ancora in fiamme. All’interno i corpi carbonizzati degli 11 passeggeri. Le autorità affermano che sarà necessario il test del dna per poterli identificare.
Il giorno prima del tragico incidente, Mina Basaran ha pubblicato sul suo account Instagram una foto della festa al nubilato a Dubai. L’ultimo video postato mostra lei e le sue amiche mentre si divertono al concerto della cantante Rita Ora in un famoso nightclub di Dubai. Da allora più nulla. Il padre, Hueseyin Basaran, riferisce l’agenzia Dogan, è l’amministratore delegato dell’omonima holding che opera nel settore del turismo, finanza, energia, edilizia. Anche la figlia occupava un ruolo all’interno dell’azienda.
Il 18 febbraio scorso, un ATR-72 della compagnia iraniana Aseman con 65 persone a bordo è precipitato pure in una zona montagnosa dell’Iran. Nessun sopravvissuto tra i passeggeri, tra cui anche un bambino. 

Foto da Instagram e Twitter