Sei in Gallery

Record per la fiera "Piante e animali perduti": oltre 43mila visitatori

Gli organizzatori annunciano le date della nuova edizione di Georgica, nell'aprile 2019

02 ottobre 2018, 18:21

Chiudi
PrevNext
1 di 6

A Guastalla si è chiusa nel weekend un'edizione da record di “Piante e animali perduti”, fiera dedicata all’universo rurale, all’enogastronomia di qualità e all’artigianato. Visitatori provenienti da diverse regioni italiane e dall'estero, operatori del settore, tante famiglie e giovani si sono dati appuntamento nell’antica capitale dei Gonzaga per una due giorni all’insegna della biodiversità. Piazze e vie del centro gremite, stand affollati, bar, ristoranti, punti ristoro con il tutto esaurito, hotel e B&B anche dei centri limitrofi sold out con ricadute molto positive per le strutture ricettive e per la ristorazione. 
Lo dice una nota del Comune, che prosegue:
Il successo della manifestazione, ideata e curata dall’architetto Vitaliano Biondi, con l'organizzazione dell'Associazione Guastallese Gemellaggi ed Eventi e del Comune di Guastalla, è sottolineato dalle presenze registrate che, nel complesso, sono state oltre 43mila con 27.700 paganti, mentre nel 2017 erano stati 24.300. Ma va ricordato anche che a Piante e Animali Perduti entrano gratuitamente tutti i residenti nel Comune di Guastalla, i ragazzi con età inferiore ai 13 anni, i militari e le forze dell'ordine, i diversamente abili con accompagnatore.
Inoltre, l’edizione 2018 ha registrato un aumento di circa una cinquantina di espositori tra vivai, gastronomie, alto artigianato e mercatino vintage che ora superano la cifra record di 500 stand.

L'edizione 2018, la ventiduesima, presentava alcune interessanti novità e un programma arricchito da numerose proposte culturali che hanno avuto grande riscontro di pubblico. Boom di richieste ad esempio per le visite alla torre civica, accessibile grazie all’associazione Lowland, per la Quadreria Maldotti a Palazzo Ducale, per le visite condotte da Fiorello Tagliavini alla scoperta dei luoghi insoliti di Guastalla.

Di particolare attualità si sono rivelati anche il convegno “Coltivare la città” che ha sviluppato una riflessione sulla trasformazione degli spazi urbani e la XVI edizione del convegno annuale sulla biodiversità zootecnica organizzato da R.A.R.E (Razze autoctone a rischio di estinzione), la prima associazione italiana che persegue esclusivamente il fine di solidarietà sociale mediante tutela e valorizzazione dell'ambiente e della natura, con particolare riferimento alle razze autoctone di interesse zootecnico a limitata diffusione e a rischio di estinzione.

Molto partecipati sono stati anche i giochi antichi per i bambini, e l’ allegra fattoria per la gioia delle famiglie nel pratone di Palazzo Ducale.

Ma a Guastalla non ci si ferma. Gli organizzatori annunciano le date della nuova edizione di Georgica, festa della terra, delle acque e del lavoro nei campi che si svolgerà il 20 - 21 e 22 aprile 2019 sulle sponde del Po e la XXIII edizione di Piante e animali perduti che si svolgerà in centro a Guastalla il 28 e 29 settembre 2019.