Sei in Gallery

"Via d'la cocaina" e "via Primo Spaccio": lo Zorro dell'Oltretorrente colpisce ancora. Ma qualcuno chiama la Municipale

Oltretutto Oltretorrente: "Estranei a questa affissione ma apprezziamo l'impegno dei cittadini contro lo spaccio"

26 ottobre 2018, 12:19

Chiudi
PrevNext
1 di 23

"Via d'la cocaina", "via Primo Spaccio", segnali di parcheggio "riservato", nuove foto di pusher e clienti: lo Zorro dell'Oltretorrente ha colpito ancora nella notte. E il risveglio del quartiere è stato a suon di cartelli, come mostrano le foto di Luca Bertozzi.

Qualcuno ha chiamato poi la polizia municipale, intervenuta attorno alle 13, e i cartelli in via Gulli sono stati rimossi. Sono rimasti invece quelli di via Primo Maggio, ribattezzata da "Zorro" Via Primo Spaccio

OLTRETUTTO OLTRETORRENTE: "NON SIAMO GLI AUTORI DELLE AFFISSIONI MA APPREZZIAMO L'IMPEGNO CONTRO LO SPACCIO". Il gruppo di cittadini Oltretutto Oltretorrente interviene sul caso dei cartelli comparsi in alcune vie del quartiere: 

"Oltretutto Oltretorrente non è l’autore delle affissioni avvenute la notte scorsa. Il nostro Movimento esprime comunque il proprio apprezzamento per l'impegno che i cittadini mettono in campo con iniziative che intendono ridurre il fenomeno dello spaccio nel nostro quartiere.
Nell’ultimo periodo la presenza delle forze dell’ordine, con cui da sempre collaboriamo, è stata rafforzata e per questo possiamo solo ringraziare tutti per l'impegno. Certamente però il problema dello spaccio é stato solo parzialmente colpito ma non sconfitto. La presenza dei pusher è diminuita lungo i viali ma i loro traffici sono aumentati nelle vie interne del quartiere.
Oltretutto Oltretorrente, come proclama il suo manifesto, è contro il fenomeno dello spaccio e contro lo sfruttamento degli immigrati dietro il quale operano organizzazioni criminali e mafiose, ben radicate sul nostro territorio anche se non sempre abbiamo il coraggio di ammetterlo. Lo scopo principale di Oltretutto Oltretorrente è quello di promuovere iniziative finalizzate al contrasto di questo fenomeno che dobbiamo definire come MAFIOSO. Come cittadini e come Movimento Oltretutto Oltretorrente crediamo nella partecipazione e nell'impegno di tutti per la costruzione di un quartiere e di una città migliore, per questi motivi siamo aperti ad ogni possibile collaborazione con tutte le persone che intendono offrire il loro contributo con progetti che prevedono la partecipazione attiva sul territorio per "prendersi cura" del nostro quartiere".