Sei in Gallery

Riaperta l'A22 tra Vipiteno e Brennero. 180 turisti bloccati allo Stelvio

Alberi e rami in strada a Roma. A Manduria ingenti danni e tanta paura: un ferito lieve

29 ottobre 2018, 11:05

Chiudi
PrevNext
1 di 15

Il maltempo sta interessando tutta il Paese e ci sono difficoltà e danni da nord a sud. Grande lavoro per vigili del fuoco, protezione civile e forze dell'ordine. 
L’Autostrada del Brennero (A22) è stata riaperta con una corsia in entrambe le direzioni tra Vipiteno e il Brennero. Dopo la frana di ieri, c'era un traliccio dell'alta tensione a rischio caduta. Rallentamenti e code in entrambe le direzioni.

BLOCCATI 180 TURISTI AL PASSO DELLO STELVIO.  In Valtellina, 180 turisti sono al momento bloccati negli alberghi al passo dello Stelvio.  A causa delle forti nevicate, sono state infatti chiuse entrambe le strade che salgono al passo, sia quella lombarda che quella altoatesina, e quindi i turisti presenti sul ghiacciaio dove si scia tutto l’anno sono bloccati nelle strutture alberghiere, in attesa della riapertura delle strade.

MEZZI SCORTATI IN A1. Mezzi scortati sull'A1 Milano-Bologna nel tratto tra Piacenza e il bivio per la diramazione Fiorenzuola a causa di un allagamento. Attorno alle 12 la situazione era tornata alla normalità. 

ALBERI CADUTI E RAMI IN STRADA A ROMA. Alberi e rami caduti in strada in diverse zone di Roma a causa del maltempo. Al momento è stata chiusa al traffico una corsia di via di Porta Maggiore come anche via Milano, nel centro storico, per la caduta di alberi e rami sulla carreggiata. In via della Tecnica all’Eur un albero è caduto su un’auto in sosta, fortunatamente senza provocare feriti. Rami e alberi in strada anche a via Pannoia a San Giovanni e su via di Brava.

VENTO A 80 KM/H, PULLMAN BLOCCATO IN SARDEGNA. Il forte vento di scirocco, con raffiche a 80 chilometri all’ora, sta creando disagi nel territorio a cavallo delle province di Nuoro e Oristano. Gli alberi abbattuti dal vento stanno ostruendo il passaggio nelle strada di collegamento tra i diversi centri dell’interno della Sardegna.
Nella strada che va da Macomer a Santu Lussurgiu un albero in mezzo alla carreggiata ha fatto bloccare un pullman ed è in corso l’intervento dei Vigili del fuoco per la rimozione della grossa pianta. Un capannone di un’azienda della zona è stato scoperchiato dal vento e sono tanti gli interventi dei Vigili del Fuoco di Macomer e Oristano per rimuovere alberi pericolanti vicino alle abitazioni. Oltre a Macomer i paesi più colpiti sono Scano Montiferro e Cuglieri, sulla costa occidentale dell’Isola.

TROMBA D'ARIA A MANDURIA. Una tromba d’aria si è abbattuta ieri sera a Manduria (Taranto) causando il cedimento del timpano (la superficie triangolare racchiusa nella cornice del frontone) della chiesa di San Michele Arcangelo. I detriti hanno danneggiato anche le insegne dei negozi e le auto in sosta. Per le forti raffiche di vento e la pioggia insistente sono caduti anche una ventina di alberi di pino in piazza Giovanni XXIII e sulla via per Oria. Numerosi gli interventi dei vigili del fuoco. Ingenti i danni e tanta paura per la popolazione. Sono crollati anche pezzi di balcone e cornicioni in diverse vie, massi caduti sulle auto, infrante vetrine, sradicate pensiline, allagamenti ovunque. Fino alla tarda serata di ieri si segnalava solo un ferito lieve

SITUAZIONE DIFFICILE IN FRIULI-VENEZIA GIULIA. In nottata la situazione difficile si era attenuata, nonostante una instabilità atmosferica sull' Isontino che ha causato la caduta di 75 mm di pioggia in 3 ore.
Al momento vengono segnalati allagamenti a Fiumicello, Villa Vicentina, Sagrado; a Pordenone è stato chiuso un sottopasso ferroviario sulla SP70 mentre a San Leonardo alberi sono caduti sulla strada. Vengono monitorati i livelli dei fiumi Meduna e Tagliamento, che al momento sono stazionari. L’invaso di Ravedis sta laminando la piena del fiume Cellina; è stato superato il livello di guardia con conseguente attivazione del Servizio di Piena.
Sulla zona costiera è prevista alta marea, con un primo picco in tarda mattinata e un secondo in tarda serata.