Sei in Gallery

"AntiCorpi", la mostra fotografica di Giancarlo Baroni e Giovanni Calori

17 febbraio 2019, 16:52

Chiudi
PrevNext
1 di 13

A distanza di 9 mesi dalla precedente esposizione, con questa quarta mostra al Caffè del Prato, la coppia Baroni-Calori presenta ad amici e appassionati di fotografia la loro ultima nata; il titolo è preso a prestito dalla scienza medica: AntiCorpi.
Ovviamente i due autori ci nascondono qualcosa, perché le statue protagoniste degli scatti di Giancarlo Baroni così come le miniature fotografate da Giovanni Calori in apparenza non sembrano avere niente da spartire con l'immunologia.
Tanto lontane dalla celebrazione dell'estetica pura quanto da disarmonie ed esasperazioni, le sculture di Baroni volentieri sono fotografate in contesti dimessi e informali. Corpi scultorei più di una volta incorniciati e quasi ingabbiati, sfumati fino a smaterializzarsi, che cercano nonostante tutto di resistere all’usura e di opporsi all’oblio; antagonisti verso l’indifferenza. I corpi dell’arte di Baroni sembrano sperare, con ingenuità e tenacia, che alla fine gli anticorpi della bellezza prevarranno.
Anche i corpi ritratti da Calori sono plastici (ambiguamente, visto che qui parliamo di materiale plastico) e si oppongono tenacemente a qualcosa: quei buffi soldatini sono costretti a combattere una lotta impari, essendo esattamente settantadue volte più piccoli delle situazioni che si trovano ad affrontare. Poco ci importa della sorte riguardante le loro - incruente - battaglie: in fondo, le scene incombono come sospese e, con disarmante ironia, strappano a chi le osserva un divertito ed empatico sorriso (e forse più di una riflessione) sul conflittuale rapporto che abbiamo con il cibo, oggetto monoreferenziale di questi scontri.
Dal greco “antì” (?ντ?) ci vengono dunque le chiavi per leggere il titolo di questa doppia personale, AntiCorpi, e riconoscere che, come gli anticorpi che operano nel nostro organismo, attivandosi per salvarci da ciò che ci minaccia, così le foto di Baroni e Calori teorizzano il bisogno di un qualcosa che, anteponendosi a pericoli nascosti, ci possa difendere.
Con un’eleganza non esibita, queste immagini dissimulano anche una velata e tanto più accorata esortazione alla resilienza, ad opporsi all’impoverimento culturale e sociale, all'indifferenza dell’abitudine, al frastuono della bruttezza, alla volgarità, che offendono la nostra intelligenza.
Non pieghiamoci, non diamoci per vinti; mai.
Giancarlo Baroni e Giovanni Calori, pur nella diversità delle loro fotografie, ci parlano con il comune e consueto tocco giocoso, divertito, curioso ed ironico.

GLI AUTORI
Giancarlo Baroni è nato nel 1953 a Parma, dove abita. Scrive poesie. Ha pubblicato recentemente una raccolta di fotografie dal titolo: “Sguardi dell’Arte”.
Giovanni Calori è nato a Parma nel 1963. A volte fotografa nel silenzio di casa sua.