Sei in Gallery

Pesci, il pm dice di nuovo no al patteggiamento. Lui: "Non sono un violentatore"

17 aprile 2019, 11:16

Chiudi
PrevNext
1 di 8

Processo Pesci, la difesa ha ribadito la richiesta di patteggiamento a pena sospesa, il pm si è opposto e il tribunale ha dato il via al processo rinviando la decisione al termine del dibattimento, quindi il processo si farà. E Pesci ha ribadito in aula la sua innocenza: “Nella mia vita potrò anche aver fatto degli errori, ma non sono un violentatore”.

Il suo difensore, Fabio Anselmo,  legale del caso Cucchi spiega:”Ha chiesto il patteggiamento solo perché vuole mettere una pietra su  questa dolorosa vicenda e riprendersi la sua vita”. L'udienza è stata rinviata al 22 maggio.

L'imprenditore parmigiano era stato arrestato il 30 agosto scorso insieme al 53enne pusher nigeriano Wilson Ndu Aniyem, con l'accusa di aver violentato per ore una 21enne finita poi al pronto soccorso per lesioni giudicate guaribili in 45 giorni.

Nella foto, l'arrivo di Pesci in tribunale accompagnato dal nuovo legale Fabio Anselmo