Sei in TV Parma

12 tv parma

Top Bar: una fettina di cetriolo per il trionfo del Wine bar da Marco

Top Bar, un Moscow mule personalizzato  conquista il giudizio determinante del barman  Braccini. Fino ad allora  il locale era secondo nella finale con Bar Centrale, La Fortezza e Tempi moderni
 

di Giuseppe Milano -

17 giugno 2019, 10:54

Top Bar: una fettina   di cetriolo per il trionfo del Wine bar da Marco

Finisce nella piccola ma effervescente movida del quartiere Montanara il primo titolo di «Top Bar» di Parma e provincia. Ieri si è conclusa la fortunata trasmissione di 12 Tv Parma ed il primato, fra i 14 concorrenti, è finito nelle mani di Marco Mascarino, titolare del Wine Bar da Marco, proprio in via Montanara. Una vittoria sul filo di lana dopo una finalissima molto accesa e combattuta con contendenti del calibro del Bar Centrale di Collecchio e dei parmigiani la Fortezza di viale Duca Alessandro e Tempi Moderni di viale Piacenza.
 


Arrivato secondo dopo il voto delle giurie popolari, Marco ha mantenuto la seconda piazza anche dopo il supervoto della conduttrice Francesca Mercadanti e, alla fine, c'è stato il suo scatto vincente nell'ultima prova: il cocktail.
 L'ultimo voto della trasmissione infatti spettava a Carlo Alberto Braccini, barman professionista, che ha giudicato i quattro locali rimasti in lizza per servizio, prodotti, tempi di realizzazione e location. 
«Ed è stata una scelta difficile perché tutti hanno saputo valorizzare i propri punti di forza rispetto ai difetti. Devo dire un'offerta molto differenziata e piacevole», racconta Carlo Alberto. Alla fine però si dice contento della sua scelta finale: «Nonostante qualche piccola carenza tecnica, l'accoglienza di Marco e del suo staff è stata fantastica e le materie prima sono da volar via. E' difficile trovare uno spazio piccolo ma sfruttato così alla grande in ogni parte. E poi sentirsi a casa in un locale è fondamentale: qui è così».
E lui? Marco Mascarino che dice? «Ho partecipato con il sorriso senza pensare a nulla e alla fine mi è andata bene. Era un gioco ed è stato bellissimo così. Non me lo aspettavo davvero». 
Sorride il titolare del Wine Bar e alla fine gli scappa una bugia... Nella puntata di selezione infatti aveva detto, più onestamente, «perché dovrei vincere? Perché offro le migliori bolle d'Italia per aperitivo». Insomma ci credeva eccome e alla fine la classifica finale lo ha premiato. Una vittoria con un piccolo segreto: il suo barman, Filippo, 24 anni soltanto ma capace di stregare nell'ultima prova il 'collega' con più esperienza, e giurato della trasmissione, Carlo Alberto Braccini. 
Decisivo il cocktail Moscow Mule definito dallo stesso Carlo Alberto «generoso e con la felice aggiunta negli ingredienti del cetriolo».
Insomma applausi a Marco, a Filippo, a tutta la squadra del Wine Bar di via Montanara. «Top Bar» quest'anno va a loro. Ed applausi anche a  Francesca Mercadanti e Nello Fochetti che già pensano ad una nuova sfida televisiva su 12 Tv Parma perché, dicono in coro, «Non ci fermiamo certo qui. Dopo i bar e le pizzerie c'è già voglia di una nuova avventura».