Sei in 12 TV Parma

ECONOMIA

In bici per solidarietà, l'iniziativa di Gsk fa tappa a Torrile

15 settembre 2019, 18:24

Siena-Verona: 500 chilometri di pedalate, dal 12 al 16 di settembre, con i rider di GSK in sella per raggiungere un obiettivo di solidarietà speciale: contribuire alla copertura dei costi per la ristrutturazione e l’arredamento delle cabin che ospitano oltre 1.800 bambini, ragazzi e famiglie che ogni anno recuperano, attraverso la Terapia Ricreativa e l’inclusività di Dynamo Camp, la fiducia nei propri sogni.

Oltre 70.000 euro sono i fondi donati grazie all’impegno di 40 colleghi provenienti dalle diversi sedi di GSK sul territorio a cui si sono uniti una decina di colleghi provenienti da Canada, Stati Uniti, Belgio, Regno Unito, Irlanda e Romania, insieme a oltre 70 ciclisti di singola tappa e una trentina di supporter con vari ruoli di staff.

A pedalare per Dynamo Camp e per l’intero percorso il General manager e Presidente di GSK Italia Luis Arosemena, in compagnia di alcuni manager di GSK Global, mentre ai nastri di partenza di ogni tappa intervengono i responsabili di sito di ogni sede GSK.

L’avvio della gara è stato a Siena il 12 settembre, sede di GSK Vaccini, per poi proseguire verso Tavernelle e Limestre, sede di Dynamo Camp, alla volta di San Polo di Torrile, sede di GSK produzione, proseguendo per Baranzate, sede di Consumer Healtcare di Milano, per arrivare infine il 16 a Verona, sede direzionale per l’Italia come tappa finale. Il tutto affrontando un dislivello di 3600 mt positivi lungo il tragitto.

È questa l’essenza di “Ride for Joy”, staffetta benefica per i bambini di Dynamo che, alla sua prima edizione, vuole soprattutto raccontare una storia: la storia di una collaborazione di oltre 10 anni con Dynamo, unico Camp in Italia strutturato per ospitare gratuitamente per periodi di vacanza e svago bambini e ragazzi malati, in terapia o nel periodo di post ospedalizzazione, la storia di una passione, quella per lo sport e le sfide, che caratterizza le persone che ne prendono parte, la storia di un modo di “fare impresa” che va oltre il semplice profitto per far parte della comunità, dei bisogni di salute dei propri cittadini e contribuire a creare valore e fiducia nelle nuove generazioni.

Come dice Maria Chiara Amadei, Direttore dello stabilimento produttivo di San Polo di Torrile: “Un anno fa eravamo qui a celebrare l’inaugurazione del fabbricato per un nuovo farmaco per pazienti malati di HIV-AIDS, quindi GSK come azienda di innovazione per la salute dei pazienti. Oggi siamo qui come azienda che che si impegna anche a sostegno della comunità locale e di iniziative di cui siamo particolarmente orgogliosi come la #rideforjoy. E’ quel “for joy”, per la gioia, che dà significato a questa singolare iniziativa di chi ha partecipato con la consapevolezza che ogni pedalata contribuisce a regalare un sorriso ai piccoli ospiti del Dynamo Camp e nello stesso tempo la rende carica di valore, di coraggio e di energia”.