Sei in 12 TV Parma

12 TG PARMA

I delegati Fai a convegno a Parma: focus sull'Italia 'dimenticata' - Video

15 febbraio 2020, 13:17

Dare nuove opportunità alle aree interne e alle terre alte, dove la vita e più difficile e lo Stato e più lontano, zone che si spopolano da quasi un secolo e che sempre più si impoveriscono e si degradano nei paesaggi e nelle comunità. Questo l’obiettivo del XXIV Convegno Nazionale dei Delegati e Volontari Fondo per l’Ambiente Italiano, che si è tenuto al Teatro Regio di Parma. La scelta di tenere il proprio meeting nazionale in Emilia è per celebrare la città capitale italiana della cultura per il 2020 ma anche per sottolineare la vicinanza con alcune delle aree oggetto le meeting, come l'Appennino, luogo di storia e con importanti potenzialità turistico-culturali. Obiettivo generale far diventare le «terre di nessuno» «patrimonio di tutti": da scoprire e frequentare, da curare e infine, tornare ad abitare. «La sfida più importante che il Fai abbia mai intrapreso e che richiederà fantasia, impegno e coraggio», ha ribadito il Presidente del Fondo per l’Ambiente Italiano Andrea Carandini perchè questi luoghi sono come «in un cono d’ombra dove non nasce più nessuno, dove abitano sempre meno persone. Una situazione che provoca un disequilibrio territoriale con le periferie delle città sempre più popolose e le terre al di sopra dei 600 metri ormai svuotate. Una tendenza che va cambiata e lavoreremo per questo». 
Tema centrale anche nell’agenda di governo. «Le aree interne devono diventare una opportunità anche perchè sono sempre di più in atto spazi di innovazione e di rigenerazione molto interessanti - ha sottolineato Anna Laura Orrico, Sottosegretario ai Beni e Attività Culturali e Turismo - Ora servono politiche che possano agire su tre livelli: ricostruzione delle comunità con tutti i servizi, formazione perchè queste realtà possano sviluppare imprese e progettualità culturali e infine innovazione tecnologica e sociale. E le risorse ci sono grazie al fondo di sviluppo e coesione». 

 Guarda il servizio di 12Tg Parma.