Sei in 12 TV Parma

emergenza

Coronavirus, Guerra: 'Spettacoli, a Parma situazione difficile' - Video

02 marzo 2020, 16:23

Questa mattina l'assessore alla Cultura Michele Guerra ha incontrato nella sala del Consiglio Comunale i rappresentanti del sistema teatrale cittadino per confrontarsi sulle disposizioni finalizzate al contenimento del Coronavirus, che obbligano alla chiusura dei teatri per una ulteriore settimana.

“E' una situazione molto difficile quella del comparto spettacolo dal vivo cittadino – ha esordito l'assessore Guerra, ricordando anche le difficoltà dei cinema – perché le disposizioni precauzionali mettono in difficoltà questo settore. E' ovviamente fondamentale rispettare le ordinanze perché il momento è critico, ma è anche improntante comunicare alle persone, che quotidianamente ci chiedono chiarimenti in merito, quello che sta accadendo nei nostri teatri che continuano a lavorare alacremente per essere pronti alla ripresa. Viste le tempistiche e i seri rischi per le loro stagioni è necessario iniziare a pensare a delle soluzioni che ci permettano, all'interno del perimetro delle ordinanze, di far sì che tutti gli operatori del settore possano continuare a lavorare e di non privare la città di queste attività culturali. La volontà di tutti è quella di fare squadra e sistema per fronteggiare questa situazione di grande criticità nel migliore dei modi”.

“La situazione che si è venuta ha creare – ha detto Anna Maria Meo, direttore generale del Teatro Regio di Parma – è stata estremamente repentina e nessuno si aspettava un impatto così forte sulle nostre attività. Stiamo facendo molte valutazioni sulla base dei segnali che riceviamo, ovvero molte cancellazioni ma anche richieste di prenotazioni di visite al Teatro. Saremo pronti a ripartire immediatamente quando questa emergenza sarà finita e ad incoraggiare il nostro pubblico a tornare”.

“I teatri sono luoghi in cui combattere la paura ma sono anche sistemi fragili – ha sottolineato Paola Donati, direttore di Fondazione Teatro Due – Continuiamo a lavorare quotidianamente, pur avendo dovuto cancellare diversi appuntamenti, confidando nel fatto che i debutti imminenti possano essere mantenuti. Cerchiamo di essere pronti alla ripresa non appena sarà possibile per recuperare tutto il recuperabile”.

“Le attività del nostro teatro – ha detto Alessandra Belledi, del Teatro delle Briciole – sono strettamente legate al mondo della scuola e alle attività extrascolastiche e questo ha provocato una caduta importante nel nostro operato. Al di là di questo dobbiamo far in modo di concentrare le nostre energie in vista della rigenerazione del sistema e nell'ottica del superamento della paura”.

“Abbiamo dovuto sospendere molte nostre attività – ha aggiunto Elisa Longeri per Lenz Fondazione, portando i saluti dei direttori artistici Maria Federica Maestri e Francesco Pititto – che spesso sono in collaborazione con le aziende sanitarie. Anche noi continuiamo a lavorare quotidianamente con la speranza di poter riprendere quanto prima le attività dal vivo”.