Sei in 12 TV Parma

TG PARMA

La biblioteca Civica è tornata: il giorno del debutto - Video

26 settembre 2020, 13:45

Tre anni di lavori e oltre quattro milioni di euro per dare nuova vita alla Biblioteca Civica “Mario Colombi Guidotti”, tassello nevralgico dello storico complesso dell’Ospedale Vecchio in Oltretorrente.  La cerimonia inaugurale che ha segnato la nuova vita della biblioteca di pubblica lettura più antica di Parma ha visto gli interventi del Sindaco Federico Pizzarotti, dell'Assessore alla Cultura Michele Guerra, dell'Assessore ai Lavori Pubblici e alla Rigenerazione Urbana Michele Alinovi, dell'Assessore Regionale alla Cultura Mauro Felicori e della Presidente AIB - Associazione Italia Biblioteche dell' Emilia Romagna Roberta Turricchia.

“Guardare”, “Immaginare”, “Capire” e “Fare” sono le parole con cui la Biblioteca generalista, intitolata allo scrittore dell’Officina Parmigiana, si apre alla città e accoglierà i suoi utenti. Una ripartenza segnata dalla volontà di esercitare il servizio bibliotecario attraverso un organismo vitale che sappia implementare accurati e dinamici percorsi multidisciplinari. Insieme ad una ritrovata attrattività degli spazi la Civica esporrà focus e percorsi sui temi e sugli orientamenti della contemporaneità.  I lettori si troveranno immersi in una serie di suggerimenti suddivisi tra le edizioni d’arte da “guardare”, le infinite avventure della fiction da “immaginare”, i più recenti saggi sull’attualità per “capire” il nostro tempo e un’ampia scelta di manualistica per “fare” cucina e bricolage, ma anche saperi per la cura della salute, del benessere psicofisico e sulle tendenze in voga. Una biblioteca capace di allestire le sue raccolte come una libreria e proporre i libri anche come oggetti pregevoli accoglierà i lettori in una dimensione luminosa e ariosa. L’esposizione e le sale studio sono state rinnovate anche al piano superiore, dove non è però stato scomposto il fascino del lungo corridoio centrale, con la sua lunga prospettiva di migliaia di libri allineati alle pareti. Le citazioni che scorrono tra una parete e l’altra, le immagini che si ritrovano nelle sale studio opera di numerosi giovani illustratori e disegnatori di Parma e provincia coordinati dall’Associazione TORO, danno un segno di modernità tra gli arredi d’epoca, tutti del patrimonio comunale, posizionati ad arte per creare un’atmosfera intima e allo stesso tempo raffinata.

Giovani artisti hanno decorato ed abbellito la nuova civica. Durante l’inaugurazione a tre illustratori, aderenti alla call dell’Associazione Culturale TORO, è andato il riconoscimento per i loro lavori che sono stati scelti per il segno grafico che accompagna la cartellonista interna dei locali: Marta Bandirini, Fran Kubelik e Gerardo Lunatici.

Una stanza dedicata ai viaggi, uno spazio per lo sport, un’area per la storia locale e, finalmente a scaffale aperto, i volumi della Biblioteca “Antonio Bizzozero” e i libri di studi politici ed economici della Biblioteca “Umberto Balestrazzi”. La riqualificazione è stata dunque estesa anche al patrimonio documentario che viene messo a disposizione della cittadinanza completamente rinnovato, insieme al raddoppio delle postazioni studio delle biblioteche comunali che sfiorano gli 80 posti (circa 40 posti tra Biblioteche del San Paolo e Cesare Pavese a cui si aggiungono ora altre 36 postazioni in Vicolo Santa Maria).

Guarda anche il servizio di 12Tg Parma.