Sei in 12 TV Parma

12tgparma

Il Comune affida un webinar sulle foibe per le scuole a uno storico molto contestato e scoppia la polemica - Video

10 febbraio 2021, 19:58

Si è celebrata oggi la giornata del Ricordo con la cerimonia del Comune ma non sono mancate le polemiche per l'iniziativa, proprio dell'amministrazione comunale, di affidare un webinar per gli studenti delle superiori ad uno storico  molto discusso, Eric Gobetti,  contestato perché sul profilo Facebook ha pubblicato numerose foto sue davanti a statue e monumenti di Tito

"Perché il Comune di Parma ha dato il patrocinio a un evento in cui si mette in discussione la verità storica della foiba di Basovizza?"

A chiederlo, in un'interrogazione, è il consigliere Michele Barcaiuolo (Fdi), che ricorda come per il 13 febbraio prossimo il Comune di Parma avrebbe organizzato un webinar durante il quale lo storico Eric Gobetti parlerà agli studenti delle scuole superiori del suo ultimo libro: “E allora le foibe?”, recentemente pubblicato da Laterza.

"Da alcuni giorni circola sui social network un estratto del suddetto libro dove si legge 'Basovizza non è tecnicamente una foiba, ma un pozzo minerario abbandonato. Non ci sono prove documentarie certe che vi siano avvenute esecuzioni o vi siano state sepolte vittime delle epurazioni'", spiega Barcaiuolo, che sottolinea come "si legge dalla locandina divulgata dal Comune di Parma che 'il Comune, attraverso questa proposta, intende coinvolgere prima di tutto le giovani generazioni per approfondire le vicende legate a un periodo storico particolarmente travagliato che merita un approfondimento nella consapevolezza che la comprensione del presente parte dalla conoscenza del passato'".

Da qui l'atto ispettivo per sapere dall'amministrazione regionale come intenda intervenire "affinché venga rispettato quanto approvato dall’assemblea legislativa lo scorso 3 febbraio: 'a proseguire nell’impegno e nelle attività a sostegno della ricerca storica del Novecento e della conoscenza della stessa da parte di tutti i cittadini e le cittadine, supportando l’attività delle istituzioni culturali, giuridicamente riconosciute dalla Regione, delle associazioni con sede nel territorio regionale, degli Enti locali e delle scuole, anche in occasione della Giornata del Ricordo'".

Nella foto Gobetti in posa davanti alla statua di Tito.

© RIPRODUZIONE RISERVATA