Sei in Motori

Porsche 718 T. Dura e pura. E più abbordabile

23 dicembre 2018, 17:25

Chiudi
PrevNext
1 di 6

Quando venne presentata nel lontano 1968, la 911 T andò a collocarsi nella gamma delle coupé Porsche quale variante d’ingresso - meno costosa rispetto alle 911 L e 911 S - ma ideale punto di partenza, con il suo motore a carburatori da 110 Cv, per chi voleva disporre di una vera sportiva da usare tutti i giorni, anche per turismo (da cui la sigla T). Oggi la sigla T ricompare nella gamma delle 718 - la roadster Boxster e la coupé Cayman - per identificare la stessa "idea" di pura sportiva all’origine della vettura del 1968 enfatizzando con alcune specificità le già elevate doti dinamiche delle due versioni della 718.
Il nuovo modello unisce le qualità del 2.0 litri 4 cilindri turbo da 300 Cv a un ampio pacchetto di allestimenti che include cerchi in lega da 20", il telaio sportivo PASM ribassato di 20 mm, la leva del cambio più corta con numeri delle marce incisi in rosso, e il pacchetto Sport Chrono.
Di serie cambio a sei velocità e sistema Porsche Torque Vectoring (PTV) di ripartizione variabile della coppia, incluso il differenziale autobloccante meccanico posteriore. Il doppia frizione PDK è invece optional. Gli allestimenti sono ridotti all’essenziale. Anche il modulo Porsche Communication Management (PCM) è stato sostituito con una ampio vano portaoggetti. Ma chi non vuole rinunciare può richiederlo senza costi aggiuntivi.
Le soluzioni che "semplificano" la vettura bilanciano il peso aggiuntivo del filtro anti-particolato per motori a benzina (GPF). Grazie a un rapporto peso/potenza di 4,5 - 4,6 kg/Cv, la 718 T accelera da 0 a 100 in 5"1 (4"7), raggiungendo una velocità massima di 275 km/h
Nell’abitacolo qualche dettaglio sportivo: l'imbottitura e il rivestimento in pelle del volante sportivo GT da 360 mm con selettore di modalità. Il logo Boxster T o Cayman T si ritrova in più punti a decorazione dei quadranti neri della strumentazione. Le cornici decorative della plancia e della console centrale sono realizzate in una finitura nero lucida.
Esternamente, la Porsche 718 T si distingue per i cerchi in lega da 20" verniciati in grigio titanio lucido, abbinati al telaio sportivo PASM e all’assetto ribassato di 20 mm. Nella sezione posteriore spicca lo scarico sportivo centrale con doppi terminali cromati neri. Il vantaggio di prezzo è del 5 - 10% rispetto a un modello base con dotazioni equiparabili: la 718 Cayman T parte da 66.004 euro e la Boxster T da 68.078 euro.