Sei in Motori

Jeep non solo Trailhawk: a stupire è il «pay per use»

La gamma diventa più ricca. Ma soprattutto nasce «Jeep Miles by Leasys»: l'auto ora si noleggia e si paga a consumo. E c'è pure la carta di credito...

di Aldo Tagliaferro -

02 giugno 2019, 14:18

Jeep  non solo Trailhawk: a stupire è il  «pay per use»

Il mercato rallenta? Non per tutti. Continua il «magic moment» di Jeep: il brand più in voga di FCA dopo un anno da applausi vola anche nel 2019. Il nuovo Wrangler segna addirittura +105,8% nel primo trimestre, ma corrono anche Cherokee (+31,8%), Compass (+11,5%) e Renegade (+7,6%). Squadra che vince non si cambia, però si può migliorare e allora Jeep introduce una serie di novità nella pur giovane gamma (Grand Cherokee, Cherokee, Compass, Wrangler Renegade), a partire dalla versione «dura e pura» Trail Hawk, strizzando già l’occhio all’ibrido plug-in perché la Renegade con la spina è dietro l’angolo. In attesa del Jeep Camp, colorata convention mondiale di Jeepers che quest’anno di terrà in Italia (San Martino di Castrozza, 12-14 luglio), Jeep lustra l’argenteria di famiglia per raccontare le novità del 2019. Partiamo allora da Trailhawk, la linea che indica le Jeep più toste; forte del nuovo turbo benzina 2.0 da 272 Cv con cui supera letteralmente qualsiasi ostacolo, l'allestimento Trailhawk sfrutta la trazione integrale Jeep Active Drive Lock. Risponde bene l'automatico a 9 rapporti (anche con il solido Multijet 2.2 diesel) e ha una dotazione di sicurezza all'avanguardia (dall'adaptive cruise control  all'emergency braking). Tra l'altro a livello di comfort non sfigura nemmeno su asfalto, dove si apprezza anche l'intuitività di tutti i comandi.
Per chi vuole esagerare c'è sua maestà Jeep Grand Cherokee, con V8 6.2 litri da 710 Cv. Lo abbiamo portato a spasso lungo il lago di Garda e sa essere docile (le poltrone sono salottiere) ma quando si schiaccia fa paura. Non per niente ha stabilito il record di velocità per un Suv sul lago ghiacciato di Baikal: 280 km/h...
Tra le tante novità introdotte da Jeep, più che i sistemi Adas di serie o l'intrigante serie S quello che ci ha colpito di più in realtà non si vede. Si chiama Jeep Miles by Leasys (la società di noleggio e mobilità che fa capo a FCA Bank, la banca creata insieme a Crédit Agricole): è una declinazione intelligente del «pay per use», un noleggio di 48 mesi (volendo anche 24 o 36) senza anticipo, con un canone mensile e una quota variabile calcolata sui km percorsi misurati dalla T-Box Mopar Connect. Rivolta soprattutto (ma non solo) al 51% di automobilisti che non arriva a 10mila km l'anno, la formula è molto conveniente. Esempio: Renegade 1.6 Multijet, 199 euro al mese e 9 cent a km (18 con furto/incendio e manutenzione). Non finisce qui: c'è anche la carta di credito FCA Bank - circuito Visa - e l'addebito a rate per personalizzare la spesa. Decisamente un passo avanti.