Sei in Motori

RENAULT

Clio e Captur E-Tech, la scossa

12 gennaio 2020, 21:06

Clio e Captur E-Tech, la scossa

Le nuove Renault Clio e Captur svelate nel 2019 sono in questi giorni in anteprima mondiale al Salone di Bruxelles 2020 con le versioni ibrida e ibrida plug-in denominate E-Tech. Clio può circolare in città per l’80% del tempo in modalità full electric risparmiando sui consumi fino al 40% rispetto ai motori termici. Captur E-Tech Plug-in pronette invece un’autonomia di 50 chilometri in modalità full electric a una velocità fino a 135 km/h in ciclo misto (WLTP) e fino a 65 chilometri in ciclo urbano (WLTP City).

La motorizzazione Renault E-TECH (ibrida o ibrida plug-in) utilizza il motore benzina 1.6  di nuova generazione rivisitato e associato a due motori elettrici – di cui uno di tipo HSG (High-Voltage Starter Generator - starter ad alta tensione) – e a una trasmissione multimodale innovativa con innesto a denti priva di frizione; la tecnologia è figlia dell’esperienza della scuderia Renault F1 Team).

Durante l’uso - spiega Renault - il cambio marce è quasi impercettibile e non richiede nessun intervento da parte del conducente. Il sistema E-TECH sceglie automaticamente la modalità più adatta per la situazione.

La batteria si rigenera in fase di decelerazione: quando si solleva il piede dall’acceleratore e la leva del cambio è posizionata su Drive, il motore elettrico principale funge da generatore e recupera l’energia cinetica prodotta dalla decelerazione per trasformarla in energia elettrica e rimandarla alla batteria. Per recuperare più energia, è possibile passare la leva del cambio in posizione Brake (B). Quando si preme il pedale del freno, la frenata è innescata da un contributo elettrico, completato, se necessario, dal contributo idraulico delle pastiglie dei freni. Anche in questo caso, il motore elettrico può recuperare l’energia in eccedenza per rimandarla alla batteria.

Il Gruppo Renault (che include Dacia e Alpine) ha chiuso un anno record in Italia con la quota di mercato più alta di sempre (10,4%) e una crescita del 5,6%.