Sei in Motori

IMMATRICOLAZIONI DI MARZO

Effetto coronavirus, il mercato crolla dell'85%. Unrae: servono 3 mld

Il gruppo FCA perde oltre il 90% rispetto a un anno fa

01 aprile 2020, 18:17

Effetto coronavirus, il mercato crolla dell'85%. Unrae: servono 3 mld

Il Coronavirus fa crollare il mercato dell’auto italiano. Le immatricolazioni a marzo - secondo i dati del ministero dei Trasporti - sono state 28.326 a fronte delle 194.302 dello stesso mese del 2019, pari a un calo dell’85,42%. Nel primo trimestre sono state vendute 347.193 auto, il 35,47% in meno dell’analogo periodo dell’anno scorso.

FCA Il gruppo Fca ha immatricolato a marzo 4.649 auto, il 90,34% in meno dello stesso mese del 2019 quando erano 48,109. La quota di mercato scende dal 24,76% al 16,41%. Nel trimestre le auto vendute dal gruppo sono 85.875, in calo del 35% rispetto all’analogo periodo dell’anno scorso, con la quota in lieve aumento dal 24,57% al 24,73% (+0,17%).

UNRAE  Il mondo dell’auto vede il mercato tagliato dalla scure della pandemia di coronavirus, e pensa a un piano di stimolo e protezione per ridare vita al settore quando l'emergenza sarà finita. «Servono circa tre miliardi di euro in 18-24 mesi per ripartire», quantifica Michele Crisci, presidente dell’Unrae. «A marzo c'è stato un crollo dell’85,6% rispetto a un anno fa, ed è necessario mettere in campo tutte le misure possibili anche perchè è a rischio il 15-20% dei 150mila addetti al comparto in Italia. D’altra parte è «un settore che muove circa il 10% del pil» ed è bene ricordare quanto il settore trasporti, nel suo complesso, stia garantendo servizi fondamentali come il trasporto pubblico e la consegna di alimentari e farmaci. «Pensiamo - prosegue Crisci - a un piano di stimolazione e protezione. Le Case vogliono fare la loro parte, ma l’input fondamentale deve arrivare dal governo. Nessun piano di protezione è utile - scandisce - se non c'è stimolo nella domanda».