Sei in Motori

le pratiche auto

Patente, multe, revisioni. Il rebus delle scadenze

di Lorenzo Centenari -

18 aprile 2020, 11:14

Patente, multe, revisioni. Il rebus delle scadenze

Un decreto via l’altro, allo scopo di gestire l’emergenza sanitaria ed economica, ma anche con la conseguenza che la legge è oggi un ginepraio. Il «Cura Italia» non dimentica di tutelare l’automobilista, tuttavia tenere traccia di scadenze, proroghe ed altre misure è esercizio più da segretaria che da cittadino semplice. Ecco allora un vademecum che riassume il quadro, un punto alla volta.

PATENTE DI GUIDA
L’impossibilità di spostarsi dalla propria abitazione senza motivi di necessità ha costretto l’esecutivo ad intervenire per prorogare le scadenze di documenti fondamentali come la licenza di guida: la validità delle patenti scadute o in scadenza successivamente al 31 gennaio sarà prorogata sino al 31 agosto 2020. 

PERMESSO PROVVISORIO
Prolungata sino al 31 ottobre 2020 la validità della ricevuta sostitutiva della patente rilasciata dalle agenzie di pratiche auto. A loro volta, i fogli rosa con scadenza compresa tra il 1° febbraio e il 30 aprile vengono prorogati sino al 30 giugno 2020.

ESAME DI GUIDA
Gli esami teorici potranno svolgersi entro il 30 giugno 2020, quindi anche oltre il termine di 6 mesi dalla presentazione della domanda, senza presentare un’ulteriore richiesta.

BOLLO AUTO
La competenza dei tributi relativi ai veicoli a motore spetta alle Regioni: l’Emilia-Romagna, così come Piemonte, Lombardia e Campania, ha deciso di procrastinare la tassa di possesso al 30 giugno, senza sanzioni né interessi.

REVISIONE E COLLAUDO
Lo Stato autorizza fino al 31 ottobre 2020 la circolazione dei veicoli che entro il 31 luglio dovranno essere sottoposti a revisione, o a visita e prova in seguito alla modifica delle caratteristiche tecniche. Anche i veicoli che dovessero ripetere la revisione potranno circolare fino al 31 ottobre, purché le irregolarità riscontrate al controllo siano state eliminate. Identica scadenza anche per i veicoli che dovranno essere sottoposti al collaudo presso la Motorizzazione Civile entro il 31 luglio 2020.

MULTE E RICORSI
Interrotte dal 23 febbraio fino al 15 maggio tutte le scadenze di 60 giorni per il pagamento delle sanzioni per violazione al Codice della Strada, oltre a quella di 30 giorni per la presentazione del ricorso al Giudice di Pace. I termini riprenderanno a decorrere a partire dal 16 maggio. Per il pagamento delle sanzioni in misura ridotta, il termine è stato portato da 5 a 30 giorni fino al 31 maggio 2020.

ASSICURAZIONE
Il Senato ha approvato un emendamento che introduce la possibilità di sospendere, fino al 31 luglio 2020, l’RC Auto o Moto in corso di validità, allungando la durata della copertura stessa per un periodo pari ai giorni di interruzione. Potranno tuttavia fare richiesta di sospensione solo coloro che hanno la possibilità di parcheggiare il veicolo in un’area privata, non i mezzi che stazionano su una strada pubblica. La norma fa riferimento alla possibilità di sospendere l’RC obbligatoria: nel caso l’assicurato goda anche di coperture accessorie, non è automatico che anche queste vengano interrotte.

Un decreto via l’altro, allo scopo di gestire l’emergenza sanitaria ed economica, ma anche con la conseguenza che la legge è oggi un ginepraio. Il «Cura Italia» non dimentica di tutelare l’automobilista, tuttavia tenere traccia di scadenze, proroghe ed altre misure è esercizio più da segretaria che da cittadino semplice. Ecco allora un vademecum che riassume il quadro, un punto alla volta.

PATENTE DI GUIDA
L’impossibilità di spostarsi dalla propria abitazione senza motivi di necessità ha costretto l’esecutivo ad intervenire per prorogare le scadenze di documenti fondamentali come la licenza di guida: la validità delle patenti scadute o in scadenza successivamente al 31 gennaio sarà prorogata sino al 31 agosto 2020. 

PERMESSO PROVVISORIO
Prolungata sino al 31 ottobre 2020 la validità della ricevuta sostitutiva della patente rilasciata dalle agenzie di pratiche auto. A loro volta, i fogli rosa con scadenza compresa tra il 1° febbraio e il 30 aprile vengono prorogati sino al 30 giugno 2020.

ESAME DI GUIDA
Gli esami teorici potranno svolgersi entro il 30 giugno 2020, quindi anche oltre il termine di 6 mesi dalla presentazione della domanda, senza presentare un’ulteriore richiesta.

BOLLO AUTO
La competenza dei tributi relativi ai veicoli a motore spetta alle Regioni: l’Emilia-Romagna, così come Piemonte, Lombardia e Campania, ha deciso di procrastinare la tassa di possesso al 30 giugno, senza sanzioni né interessi.

REVISIONE E COLLAUDO
Lo Stato autorizza fino al 31 ottobre 2020 la circolazione dei veicoli che entro il 31 luglio dovranno essere sottoposti a revisione, o a visita e prova in seguito alla modifica delle caratteristiche tecniche. Anche i veicoli che dovessero ripetere la revisione potranno circolare fino al 31 ottobre, purché le irregolarità riscontrate al controllo siano state eliminate. Identica scadenza anche per i veicoli che dovranno essere sottoposti al collaudo presso la Motorizzazione Civile entro il 31 luglio 2020.

MULTE E RICORSI
Interrotte dal 23 febbraio fino al 15 maggio tutte le scadenze di 60 giorni per il pagamento delle sanzioni per violazione al Codice della Strada, oltre a quella di 30 giorni per la presentazione del ricorso al Giudice di Pace. I termini riprenderanno a decorrere a partire dal 16 maggio. Per il pagamento delle sanzioni in misura ridotta, il termine è stato portato da 5 a 30 giorni fino al 31 maggio 2020.

ASSICURAZIONE
Il Senato ha approvato un emendamento che introduce la possibilità di sospendere, fino al 31 luglio 2020, l’RC Auto o Moto in corso di validità, allungando la durata della copertura stessa per un periodo pari ai giorni di interruzione. Potranno tuttavia fare richiesta di sospensione solo coloro che hanno la possibilità di parcheggiare il veicolo in un’area privata, non i mezzi che stazionano su una strada pubblica. La norma fa riferimento alla possibilità di sospendere l’RC obbligatoria: nel caso l’assicurato goda anche di coperture accessorie, non è automatico che anche queste vengano interrotte.

AUTO A METANO E GPL
Per le auto a metano è stato stabilito come, fino al 15 giugno, sarà possibile circolare in deroga ad eventuali scadenze inerenti le bombole per il periodo ricompreso dal 31 gennaio al 15 aprile. Quanto ai veicoli a GPL, relativamente alle scadenze dei serbatoi la deroga è stata estesa sino al 31 ottobre.
 


Per le auto a metano è stato stabilito come, fino al 15 giugno, sarà possibile circolare in deroga ad eventuali scadenze inerenti le bombole per il periodo ricompreso dal 31 gennaio al 15 aprile. Quanto ai veicoli a GPL, relativamente alle scadenze dei serbatoi la deroga è stata estesa sino al 31 ottobre. L. C.