Sei in Motori

Ford, su Mustang Mach-e tecnologia 'over the air'. Anche da casa

Programmabile dal divano, aggiornamenti in modalità wireless 

16 maggio 2020, 08:07

Ford, su Mustang Mach-e tecnologia 'over the air'. Anche da casa

Con Mustang Mach-E, il suv elettrico con il cuore Mustang, Ford introduce la possibilità di effettuare aggiornamenti over-the-air, anche restando a casa. 
A differenza di altri modelli, che richiedono lunghi tempi di attesa per effettuare gli aggiornamenti del software, Ford ha sviluppato un modo sicuro per consentire il download in background degli aggiornamenti che, in alcuni casi, possono essere completati in meno di due minuti. 
Questi miglioramenti vanno ben oltre gli aggiornamenti previsti dal SYNC. Quasi tutti i sistemi di Mustang Mach-E possono essere aggiornati in modalità wireless, il che significa che Ford può offrire funzionalità completamente nuove che potrebbero non esistere al momento dell’acquisto. 
Alcune installazioni saranno praticamente impercettibili per i clienti, che potranno selezionare un orario, a cadenza regolare, per eseguirle, a esempio nel cuore della notte, mentre la loro Mustang Mach-E è parcheggiata. Molti aggiornamenti saranno completati quasi istantaneamente all’avvio del suv e il possessore ne riceverà avvisi dedicati. 
Se, da un lato, molti update possono essere completati in meno di due minuti, dall’altro, quelli più complessi che necessitano di una sosta più lunga, possono essere programmati per quando lo si ritiene più comodo. 
Per garantire che Mustang Mach-E possa essere lanciata, secondo programma, con queste caratteristiche distintive di connettività, il Team di ingegneri Ford ha trovato nuovi modi per sviluppare e testare gli aggiornamenti over-the-air anche nel mezzo della pandemia di Coronavirus. L’esigenza di lavorare in smart working, ha portato gli ingegneri a dover pensare in fretta a come cambiare il proprio modo di operare. 
Il team si è mosso rapidamente per impostare l’accesso da remoto a tutti i moduli del veicolo, anche cablandoli con strumenti che consentissero loro di riprogrammarli rapidamente direttamente da casa. Ciò che inizialmente ha comportato cinque ore di programmazione in remoto, ora può essere eseguito in meno di 10 minuti.