Sei in Motori

il restyling

Seat Ateca, c'è aria di cambiamento

di Lorenzo Centenari -

20 giugno 2020, 12:18

Seat Ateca, c'è aria  di cambiamento

Quattro anni possono bastare, ora è il momento di movimentare stile e funzionalità dell’auto  che nel 2016 lanciava Seat nel mondo Suv. Seat Ateca 2020 consiste dunque in un restyling a 360 gradi, un aggiornamento che coinvolge sia il design, sia i contenuti. All’esterno, il musetto include un nuovo paraurti e proiettori full LED: nuovi anche il paraurti posteriore  con indicatori di direzione dinamici e il «lettering» Ateca ora in rilevo, realizzato in uno stile che ricorda la scrittura a mano (vedi nuova Leon). In abitacolo, a catturare l’attenzione è invece il nuovo Digital Cockpit da 10,25 pollici, perfettamente in sintonia col display centrale di infotainment da 8,25 pollici o 9,2 pollici. 

Fa il suo debutto sul D-Suv spagnolo anche il sistema Seat Connect con SIM integrata, soluzione grazie alla quale essere sempre in contatto con l’ecosistema digitale Seat, e accedere e aggiornare le app di infotainment di volta in volta rilasciate in rete, anche da remoto, tramite smartphone. Nuovo, infine, per Ateca, il Travel Assist: premendo semplicemente un pulsante al volante, il sistema sfrutta le informazioni fornite dall’ACC e dal Lane Assist per mantenere attivamente la vettura al centro della corsia e regolarne la velocità in base al flusso del traffico. 

Nulla di nuovo lato motori: tre versioni a benzina (1.0 TSI 110 Cv, 1.5 TSI 150 Cv, 2.0 TSI 190 Cv) e due a gasolio (2.0 TDI da 115 o 150 Cv). Cambio manuale a 6 marce o automatico doppia frizione DSG a 7 rapporti, trazione anteriore o integrale 4Drive. Vendite dopo l’estate. L.C.