Sei in Motori

PROVA SU STRADA

La Fiat 500X in salsa Sport

In versione corsaiola "soft" è più reattiva. Il 1.3 benzina eroga 150 Cv. Da 27mila euro.

di Lorenzo Centenari -

08 settembre 2020, 15:33

La Fiat 500X in salsa Sport

Da tempo rassegnatici all’idea che un’Abarth 500X non vedrà mai la luce, consoliamoci con l’edizione «Sport», un Suv compatto non certo pensato per la pista, ma che di emozioni ne regala in abbondanza, in movimento così come quando è fermo. Anche in salsa Sport, Fiat 500X conserva innanzitutto la sua innata simpatia e la declina in chiave corsaiola «soft»: ecco allora splitter anteriore e passaruota in tinta con la carrozzeria, fari full LED, specifiche cornici quadrangolari per le luci fendinebbia, e al posteriore, sottoparaurti con doppio scarico cromato integrato e appendici aerodinamiche sia a monte del lunotto, sia ai suoi lati. Immagine della fiancate dominata invece dai cerchi in lega da 19 pollici di disegno specifico, minore altezza dal suolo (-13 mm), minigonne in tinta, squisite finiture in grigio titanio per maniglie porta e calotte specchi. 

L’abbinamento naturale è con il 1.3 T4, un 4 cilindri turbo benzina da 150 Cv che con un telaio registrato per la guida «maschia» (prossimo paragrafo) va d’amore e d’accordo. Intendiamoci, città e autostrada il caratterino di 500X 1.3 T4 Sport (27.000 euro) non lo sollecitano, ed è meglio così: si viaggia comodi, anche in cinq…in quattro, si apprezzano semmai i buoni valori di spunto da fermo (0-100  in 9"1). L’infotainment Uconnect? Passi avanti, ma si può fare anche meglio, vedi le dirette concorrenti. Raggiunto il misto stretto, ecco che finalmente assaggi anche le proprietà del sistema sterzante, effettivamente più diretto, più preciso, senza mai risultare nervoso. Per dirla coi tecnici Fiat, scompare quasi del tutto il «vuoto al centro». E ad ogni minimo impulso del braccio, corrisponde ora un secco cambio di direzione. 

Rispetto a 500X versione Cross, su 500X Sport aumenta dell’8% l’accelerazione laterale, quindi la tenuta di strada. La taratura più rigida di molle e ammortizzatori e l’impiego della speciale tecnologia FSD (Frequency Selective Damping) per sospensioni anteriori e posteriori perfezionano a loro volta la reattività d’ingresso in curva, tanto che (da scheda tecnica) il sottosterzo si riduce del 26% e il sovrasterzo (che in ogni caso compare solo in condizioni limite) del 17%. Questo senza mai sacrificare il comfort di marcia: meglio darle in pasto un nastro di asfalto liscio, tuttavia l’impressione è che nemmeno in caso di fondo irregolare le ruote trasmettano in abitacolo vibrazioni eccessive.

 Forse non un fulmine il cambio doppia frizione DCT a 6 velocità, ma i passaggi di marcia sono fluidi e puntuali. I paddles al volante sono in opzione: in modalità Auto il cambio è comunque adeguato alle prestazioni. In definitiva, 500X Sport non come auto da corsa, bensì crossover di uso quotidiano che in caso di prurito al piede destro sa come assecondarti. Se non la violenti, consuma sì e no 7 l/100 km, quindi non può nemmeno dirsi assetata.


L’IDENTIKIT
FIAT 500X 1,3 T4 SPORT DCT
 Dimensioni:  lunh. 426 cm, larg. 180, alt. 160 
Bagagliaio:   350/1600 litri 
Motore:  1332 cc, 4 cil. turbo benzina Euro 6d, 150 Cv, 270 Nm
Trasmissione: cambio automatico doppia frizione a 6 rapporti, trazione anteriore
Prestazioni:  vel. max. 200 km/h, 0-100 km/h in 9”1
 Consumi:  6,5 l/100 km (misto) 
Emissioni CO2:  146 g/km
Prezzo: 27.000 euro
CI PIACE
Design sportivo e giovanile, telaio agile, motore reattivo
NON CI PIACE
Tecnologia di bordo migliorabile, cambio automatico poco reattivo