Sei in Motori

ANTEPRIMA

Sorento atto quarto. Addio diesel, il Suv Kia sarà solo ibrido

Quarta generazione dello sport utility fino a 7 posti. Evolve non solo in dimensione ma anche in design e tecnologia. Presto sarà anche plug-in

31 ottobre 2020, 09:10

Sorento atto quarto. Addio diesel, il Suv Kia sarà  solo ibrido

Non spadroneggia più in termini commerciali, da anni messo all’angolo dai Suv compatti. Nemmeno in tempi di downsizing, tuttavia, l’immagine del marchio Kia può fare a meno di Sorento, autentico architrave del brand coreano sul mercato Europa. Sorento uguale tanti muscoli, ma anche cervello. E ultimamente, pure un pizzico di vanità. La quarta generazione dice addio al motore diesel: solo l’ibrido. Trazione integrale e carrozzeria a 7 posti sono invece sempre al proprio posto.

Di dimensioni superiori rispetto alla vettura che manda in pensione (è lungo 4,81 metri, cioè 10 mm in più: larghezza e altezza a loro volta crescono di 10 mm), Sorento atto quarto rafforza le sue proprietà di «shuttle» per trasporto ospiti, ma anche la sua fama di vettura «cargo»: il bagagliaio di 832 litri si gonfia addirittura del 32%.


TIGER NOSE
Quanto al design, la parte anteriore si evolve in una nuova interpretazione della griglia «tiger nose», che ora avvolge i fari a LED in modo organico. Di profilo, le proporzioni sono studiate per snellire:  sbalzi anteriori e posteriori più contenuti, interasse che al contrario cresce di 35 mm, arrivando così a 2,81 metri.

Cresce anche la lunghezza del cofano, trascinando il montante anteriore di 30 mm più indietro. Con chiaro riferimento al super Suv Telluride (Usa), luci di coda ora di orientamento verticale.


PIU' SOFISTICATA
L’abitacolo introduce uno stile più sofisticato: il quadro strumenti digitale da 12,3 pollici destinato al driver è gemellato con un sistema di infotainment e navigazione touchscreen da 10,25 pollici che si estende fino al centro della consolle.

Ad aumentare la percezione di esclusività, ecco poi il sistema di illuminazione Mood, apparato di luci che emette un leggero downlight ambientale dall’area al di sotto del cruscotto e il rivestimento delle porte, generando una squisita sensazione lounge. Anche la qualità dei materiali è migliorata a vista d’occhio: finiture metalliche, rivestimenti in pelle e superfici in rilievo effetto satinato. 


HYBRID
Nuova Sorento rinuncia dunque al gasolio e al momento si associa esclusivamente alla propulsione full hybrid: il 4 cilindri turbo benzina 1.6 T-GDi da 180 Cv divide gli sforzi con un motore elettrico da 44,2 kW, alimentato da un pacco batterie ai polimeri di litio da 1,49 kWh.

Potenza di sistema di 230 Cv, coppia massima di 350 Nm, consumo combinato reale - a seconda della configurazione - tra i 6,3 e i 7,4 l/100 km: il diesel può riposare in pace. La forza motrice viene trasferita all’asse anteriore (2WD) o a tutte e quattro le ruote (AWD) dal cambio automatico a 6 marce e tramite un dispositivo elettronico montato sulla trasmissione.

A febbraio 2021, la gamma si arricchirà anche della variante plug-in hybrid: 265 Cv di potenza, autonomia in modalità elettrica di circa 50 km. 

Fisse le variabili motore ibrido e cambio automatico, le opzioni riguardano perciò esclusivamente la trazione e l’allestimento. Nuova Kia Sorento Business è l’unica che offre in alternativa alle 4WD (da 46.500 euro) anche lo schema 2WD (44.500 euro)

Allestimenti intermedio Style (50.500 euro) e top di gamma Evolution (54.500 euro) sempre armati, invece, di trazione 4x4 con funzione elettronica Terrain Mode. In memoria delle origini, quando Sorento apparteneva alla categoria dei «fuoristrada».