Sei in Motori

PNEUMATICI

Rivoluzione Michelin e.Primacy, il primo "CO2 neutral"

Fa risparmiare 80 euro a pneumatico nel ciclo di vita. Dal 1° marzo in 56 dimensioni

05 novembre 2020, 16:29

Rivoluzione Michelin e.Primacy, il primo "CO2 neutral"

Con e.Primacy la Michelin segna un importante passo nello sviluppo delle coperture 'green'. Il nuovo prodotto, presentato in premiere europea, punta a diventare il punto di riferimento della categoria quanto a impronta 'eco'. Lo fa, innanzitutto, con un bilancio 'neutralè quanto a produzione di anidride carbonica, calcolato sull'intero ciclo produttivo, dall’estrazione della gomma alla consegna dello pneumatico al cliente.

Destinato a equipaggiare vetture e crossover/Suv con alimentazione tradizionale ed elettrici, e.Primacy sarà sugli scaffali dei gommisti dal 1° marzo 2021 e sarà disponibile in 56 dimensioni, per ruote con dimensioni dai 15 ai 20 pollici.Il nuovo Michelin si presenta sulle strade europee come un vero campione di efficienza, grazie a una ridotta resistenza al rotolamento che il Costruttore dichiara come la più bassa della categoria e che vale l’ambita etichettatura «A».

Dal punto di vista pratico, questa caratteristica comporta un risparmio di circa 0,21 litri di carburante ogni 100 chilometri, pari a un’ottantina di euro in meno di combustibile fossile su 35.000 km di percorrenza. Il portafoglio ringrazia, ma anche l’ambiente. In Michelin, infatti, hanno calcolato che l’utilizzo di meno carburante comporta durante la vita dello pneumatico un taglio delle emissioni di CO2 di circa 174 kg.

Per quello che riguarda le auto e i Suv elettrici, la bassa resistenza al rotolamento e, quindi, la minore energia necessaria a farli spostare, implica come effetto rilevante un aumento dell’autonomia del veicolo di circa il 7%. Per un mezzo accreditato di 400 km per pieno di elettroni significa coprire 30 km in più.A questo risultato l'e.Primacy abbina anche un eccellente etichettatura 'B' per quello che riguarda l’efficienza sul bagnato. Una 'doppietta', questa A+B, che, spiegano dalla multinazionale transalpina, può vantare solo l’1% dei prodotti presenti sull'intero mercato.

Come da tradizione per il Marchio, poi, l’e.Primacy promette percorrenze maxi con performance di alto livello sino alla sostituzione della copertura. Secondo prove interne, infatti, anche dopo aver percorso 30.000 km la nuova proposta può superare il test di frenata su bagnato attualmente utilizzato come riferimento per l’omologazione europea R117 degli pneumatici nuovi.Risultati di rilievo che sono stati ottenuti ricorrendo a numerose soluzioni innovative.

Tra queste, da segnalare l’utilizzo di una particolare tela leggera e resistente, l’impiego di una mescola inedita, l’adozione di fianchi che assorbono meno energia nella fase di flessione e la scelta di un disegno con forma particolare delle scanalature, studiata per smaltire al meglio l’acqua per tutta la durata di utilizzo dello pneumatico.