Sei in Motori

GOMME INVERNALI

‌‌Pneumatici: le linee guida della filiera per effettuare il cambio

10 novembre 2020, 15:22

‌‌Pneumatici: le linee guida della filiera per effettuare il cambio

Un documento congiunto è stato sottoscritto dalle associazioni Airp, Aniasa, Assogomma, CNA e Federpneus in rappresentanza della filiera dei pneumatici per definire le linee guida per effettuare il cambio gomme, obbligatorio a patire dal 15 di novembre, in base alle prescrizioni stabilite dal DPCM del 3 novembre, in vigore fino al  3 dicembre. Stabilito che è necessario rispettare le prescrizioni governative del DPCM del 3 novembre 2020, la filiera precisa che «i gommisti possono svolgere la loro attività di manutenzione, riparazione e commercio al dettaglio, a condizione che rispettino le misure di contrasto alla diffusione del virus negli ambienti di lavoro».

«E' consigliabile - si legge nella nota - che vengano assicurate le prescrizioni relative alle attività commerciali di dettaglio ed in particolare che siano effettuati ingressi in modo dilazionato evitando alle persone di sostare più del tempo necessario». Tra i consigli della filiera, quello relativo alla possibilità di «operare su appuntamento»: «Si ricorda inoltre che è fatto obbligo nei locali pubblici e aperti al pubblico, nonché in tutti gli esercizi commerciali di esporre all’ingresso del locale un cartello che riporti il numero massimo di persone ammesse contemporaneamente nel locale medesimo, sulla base dei protocolli e delle linee guida vigenti».

Inoltre, si ricorda che «gli utenti che sono in grado di giustificare lo spostamento dalla loro abitazione per le ragioni ammesse dal DPCM 3 novembre 2020 o da eventuali altri decreti, possono recarsi dal gommista per effettuare il cambio stagionale dei pneumatici, anche tenuto conto di quanto previsto dal Codice della Strada. Il cambio stagionale estivo/invernale - si precisa nella nota congiunta - avviene ancora una volta in condizioni di lavoro ben diverse dalla normalità che purtroppo condizionano i tempi per il montaggio e lo smontaggio delle gomme. Appare evidente che le suddette condizioni di lavoro, soprattutto nelle aree a più alto rischio, non consentiranno di perfezionare il cambio gomme per tempo e pertanto le Associazioni di categoria firmatarie della presente si faranno carico, così come già fatto nella primavera di quest’anno, di richiedere alle Autorità competenti una limitata, eccezionale, ma indispensabile proroga dei termini».