Sei in Motori

EQ, EQ Power e EQ Boost: le 3 strade green di Mercedes

09 dicembre 2020, 10:47

EQ, EQ Power e EQ Boost:  le 3 strade green di Mercedes

La mobilità del futuro per Mercedes Benz è elettrificata. La strategia è ormai chiara e punta in tre direttive EQ Boost, che raggruppa i mild hybrid a 48 V, EQ Power, ovvero i plug-in, ibridi con la spina, benzina e diesel, ed infine EQ, sigla che identifica i full electric di Mercedes, i veicoli a zero emissioni. 

I veicoli della gamma EQ Boost prevedono agevolazioni sul bollo, accesso alle zone a traffico limitato, parcheggio gratuito sulle strisce blu e libera circolazione nei giorni di blocco del traffico. Incentivi che in Italia, in misura diversa da città a città, promuovono soluzioni di mobilità sostenibile. I clienti della Stella possono contare su un’ampia offerta di vetture con omologazione ibrida, che partono proprio dai mild hybrid a 48 V, in grado di rispondere alle più diverse esigenze di segmento, carrozzeria, potenza e prezzo. Dalla Classe C alla Classe S, passando GLC, GLE, GLS, Classe E e CLS: una grande famiglia che include anche le versioni 43, 53 e 63 firmate Mercedes-AMG ed equipaggiate con un mild hybrid che regala un upgrade di 22 cavalli, gratis e puliti. 

Le motorizzazioni EQ Boost sono disponibili su modelli a 4, 6 e persino 8 cilindri. Il cuore di questo sistema ibrido è l’ISG (Integrated Starter Generator) un piccolo e compatto motore elettrico che svolge la funzione di generatore, alimentato da una rete elettrica a 48 V che recupera energia in frenata, immagazzinandola all’interno di una batteria dedicata. L’ISG è integrato alla trasmissione automatica a 9 marce, insieme all’elettronica di controllo e al sistema di raffreddamento del cambio. 

La soluzione EQ Boost è presente oggi su 11 gamme e ben quaranta modelli: dalla Classe C 200, fino ad arrivare alla GLE 63 S AMG 4MATIC Coupè che vanta ben 612 CV + 22 elettrici. Anche il modello più sportivo della gamma Mercedes-AMG, la GT, conta due motorizzazioni mild hybrid, 43 e 53, disponibili per la versione Coupè4 a quattro porte. 

I veicoli EQ Power rappresentano invece il punto più elevato della tecnologia Plug-in Hybrid, sia dal punto di vista dell’offerta, che in termini di percorrenze in modalità full electric. Dalla famiglia delle compatte al gran completo che nella versione 250 e garantiscono un’autonomia di oltre 70 km solo in elettrico, ai grandi suv: GLC 300 e, ma soprattutto il GLE 350 de, che supera i 100 km di percorrenza, sfruttando esclusivamente il motore elettrico. Una gamma che vede protagoniste anche le tradizionali berline della Stella: dalla C 300 e, alla Classe E, disponibile sia in versione benzina che diesel plug-in, fino all’ammiraglia S 560 e. 

Dopo la EQC, la prima ambasciatrice del marchio full electric della Stella, la mobilità a zero emissioni della Casa di Stoccarda prosegue anche nel mondo Vans con la EQV, la prima monovolume premium della Stella a trazione esclusivamente elettrica a batteria. Una generazione di veicoli 100% elettrici destinata presto ad ampliarsi con la EQS (anche nella versione SUV), la EQA, la EQB e la EQE (anche in versione SUV), e nel mondo Vans con l’eVito e l’eSprinter.

Nell’ambito della strategia 'Electric First’, il prossimo anno debutteranno la nuova EQA, l’EQS e l’EQS AMG, mentre all’inizio del 2022 sono attese la EQB e la EQE. La EQS sarà la prima vettura realizzata sulla nuova architettura EVA (Electric Vehicle Architecture) e avrà un’autonomia elettrica di oltre 700 km (WLTP). Sarà seguita dall’EQE, dall’EQS-SUV e dall’EQE-SUV. Dal 2025, molti altri modelli arricchiranno il portafoglio di veicoli elettrici grazie alla seconda nuovissima piattaforma elettrica dedicata, la Mercedes-Benz Modular Architecture (MMA), progettata per auto compatte e di medie dimensioni.