Sei in Motori

MOTORI

La nuova DS4: questione di stile (e di digitale)

Anteprima: arriverà entro fine anno. Il brand glamour di Stellantis in bilico tra crossover e coupé. La versione E-Tense ha anche la spina

di Lorenzo Centenari -

06 febbraio 2021, 09:02

La nuova DS4: questione di stile (e di digitale)

Quanto lontani sembrano, quei giorni - era il 2008 - in cui DS rinasceva come linea lusso  del brand Citroën. Forse ancor più lontani dell’era di DS originale (1955).

DS Automobiles è oggi un marchio adulto e autonomo, una delle più preziose punte di diamante di Stellantis. Un marchio di cui nuova DS 4 incarna al meglio la consacrazione. Per stile, ma anche per i contenuti. 

Costruito su un’evoluzione della piattaforma EMP2 (vedi anche nuova Citroën C4), il quarto modello della gamma ha proporzioni armoniose ma robuste, da coupé crossover più che da compatta di segmento C. Lunghezza di 4,40 metri  larghezza di 1,83 metri, altezza di 1,47 metri, ruote fino a 20”.

Biglietto da visita è il frontale: i sottili fari DS Matrix LED Vision sono completati da luci di marcia diurna costituite da due linee di 90 LED su entrambi i lati, le iconiche «DS Wings». Il profilo combina fluidità e linee nette: notare le maniglie delle porte a filo fiancata. Al posteriore, infine, il tetto scende dolcemente verso il basso, raccordandosi a un lunotto ripido e inclinato, decorato da serigrafia smaltata. 


DIGITALE
 Digitalizzazione la parola chiave degli interni: niente cuciture, arredamento il più possibile ergonomico, materiali di alto pregio (Alcantara, legno, etc.), un nuovo layout di controllo raggruppato in tre isolotti. DS Smart Touch il nome del touchscreen a sfioramento da 5” sulla console centrale, collegato al DS Iris System (il display da 10” dell’infotainment, anche a comandi vocali e gestuali) e al DS E-Toogle, la compatta control unit del cambio automatico EAT8 (di serie). Un’innovazione «premium» è il DS Extended Head-up Display: grazie alla realtà aumentata, i dati vengono come visualizzati 4 metri davanti al parabrezza in diagonale. E seguono lo sguardo del guidatore… 


PLUG-IN
Fiore all’occhiello di PSA, la tecnologia ibrida plug-in equipaggia nuova DS 4 sin dal suo lancio e si materializza nella nota combinazione del 4 cilindri 1.6 turbo benzina da 180 Cv, accoppiato ad un motore elettrico da 110 Cv: potenza di sistema di 225 Cv, oltre 50 km di autonomia in modalità a zero emissioni. Tranquilli: DS 4 E-Tense a parte, a listino anche le versioni benzina 1.2 PureTech 130, 1.2 PureTech 180 e 225, più la versione diesel 1.5 BlueHDi 130.Su DS 4 evolve anche il Drive Assist 2.0: oltre all’assistente alla guida in corsia, ecco anche sorpasso semiautomatico, regolazione della velocità in curva e consigli sulla velocità anticipata dai segnali stradali.

Non mancano poi assistenza alla guida notturna (DS Night Vision) e sistema di smorzamento controllato  DS Active Scan Suspension.Tre auto in una: DS 4 «base» è il cuore della gamma e del nuovo prodotto mette in mostra l’eleganza, grazie a paraurti speciali, sottili tocchi cromati e un tetto nero a contrasto. DS 4 Cross è invece la variante più affine al mondo Suv: una speciale protezione sul paraurti in vernice nera opaca, le parti superiori e la griglia in nero lucido, i cerchi in lega ad hoc, le barre al tetto, Advanced Traction Control e Hill Assist Descent Control. DS 4 Performance Line, infine, la declinazione più sportiva: esterni rifiniti in nero con Black Pack, cerchi in lega neri. DS 4 in vendita dal quarto trimestre 2021. Impazienti? Nei DS Store, si può già configurare in realtà virtuale.