Sei in Motori

ZERO EMISSIONI

iX3, il Suv elettrico è una vera Bmw

Da 69.900 euro, autonomia di oltre 459 km

04 marzo 2021, 11:23

iX3, il Suv elettrico è una vera Bmw

Anche Bmw  ha deciso (da tempo) di investire pesantemente nell’elettrico puro. L’ultimo arrivato nel plotone eco di Bmw è  il sav iX3 al debutto anche in Italia (a un prezzo senza incentivi che parte da 69.900 euro) che anche senza emissioni allo scarico promette il piacere di guida, le doti sportive, il comfort di una autentica Bmw. Con l’arrivo di questa versione Bev, X3 sarà dunque il primo modello Bmw a essere disponibile con motori a benzina e diesel, un sistema ibrido plug-in o la soluzione di propulsione esclusivamente elettrica. 

Nuovo iX3 porta al debutto quello che è l’altro grande punto di forza della Casa di Monaco: la tecnologia eDrive di quinta generazione. Questo sistema propulsivo è arrivato a una efficienza elevata e ha permesso di evitare il ricorso a batterie sproporzionatamente grandi, che aumentano il peso del veicolo, peggiorano la dinamica di guida e aumentano il consumo di energia elettrica. Nella iX3 motore elettrico, trasmissione ed elettronica di potenza sono ora disposti insieme in un unico layout, a   vantaggio anche della flessibilità delle linee di produzione. 

Inoltre il motore elettrico è sincrono senza uso di magneti, una soluzione che consente di evitare l’utilizzo di terre rare nella produzione del motore. La densità di potenza di questa nuova unità elettrica è superiore del 30% rispetto a quella degli altri Bev del Gruppo e raggiunge una efficienza stimata del 93%, nettamente superiore a quella dei motori a combustione che non raggiungono il 40%. 

Bmw iX3 mette così a disposizione una potenza massima di 210 kW (pari a 286 Cv) e una coppia di picco di 400 Nm che - a differenza di molti altri motori elettrici - resta elevata anche ad alti regimi di rotazione. Il comportamento su strada - come è stato possibile verificare in un completo test su viabilità normale e autostrada, nella campagna fra Milano e Pavia - è  paragonabile a quello della X3 xDrive30i con propulsione convenzionale. L’accelerazione da 0 a 100 km/h si realizza in 6,8 secondi, e la velocità massima è di 180 km/h, per effetto di un sistema di limitazione elettronica. Ciò che impressiona maggiormente, rispetto a molte altre elettriche di questa categoria, è l’assenza di una sensazione di diversità dinamica: anche al volante (e ai pedali) della iX3 si guida una vera Bmw, che accelera senza schiacciare allo schienale - modalità dannosa perché spreca energia elettrica - e soprattutto attiva il recupero in frenata senza fastidiose sensazioni da 'ottovolante'

Il nuovo iX3 propone Il recupero adattivo in cui l'intensità della rigenerazione è adattata alla situazione suggerita dal navigatore e dai sensori del sistema di assistenza alla guida. Su strada aperta, la funzione di coasting viene attivata ogni volta che il conducente toglie il piede dall’acceleratore. In alternativa al recupero adattivo, nella posizione D della leva del cambio si possono scegliere una rigenerazione alta, media o bassa e in posizione B un recupero forte 'one pedal'. Inoltre l’invio di potenza alle ruote posteriori crea una classica esperienza di guida Bmw combinata con la certezza di disporre sempre della massima trazione - grazie all’ARB - e un’eccezionale efficienza. La tenuta di strada è impeccabile, anche perché le batterie di ultima generazione sono particolarmente sottile e sono state integrate nel sottoscocca in posizione protetta. Ciò ha abbassato il baricentro della vettura di circa 7,5 centimetri rispetto alla X3 migliorando sensibilmente la dinamica laterale. La sospensione adattiva - che è di serie - include gli ammortizzatori a controllo elettronico, che si adattano alla superficie stradale e alle circostanze. 

Per ciò che riguarda l’autonomia, il lavoro svolto da Bmw e dai suoi fornitori ha permesso di aumentare notevolmente la capacità e raggiungere un range di 459 chilometri nel ciclo di prova WLTP e fino a 520 chilometri in quello NEDC, con un consumo di energia elettrica combinato di 17,8 -17,5 kWh sempre secondo le norme NEDC. La ricarica del sistema a 400 Volt si effettua fino a 11 kW in corrente alternata e 150 kW in corrente continua, in questo caso con il raggiungimento dell’80% della capacità in 34 minuti.