Sei in Motori

PORSCHE

Taycan, quando l'elettrica è a trazione posteriore

di Lorenzo Centenari -

11 aprile 2021, 09:14

Taycan, quando l'elettrica  è a trazione posteriore

Che succede quando l’auto elettrica si incarna in una coupettona Porsche a 4 porte, o anche viceversa, quando Porsche si gioca 90 anni di progresso tecnico, e al centro dell’attacco schiera lei, Taycan, l’extraterrestre? 

 

Introdotta con squilli di tromba come la Porsche più innovativa di sempre, in un anno o poco più Taycan è pure già la Porsche che vende più di tutte. Esposta la mercanzia pregiata (Turbo, Turbo S e 4S), ora è tempo di abbassare l’asticella e aggiungere alla gamma la «entry level»: un solo motore anziché due, la trazione singola anziché integrale. 

DUE POTENZE
Una Taycan con una gamba sola? Dipende. Rispetto alle sorelle bimotore, l’ultima arrivata - d’accordo - è la meno performante. Il motore elettrico sincrono a eccitazione permanente collegato al retrotreno da una speciale trasmissione a due rapporti sviluppa solo (si fa per dire) 326 Cv in versione Performance, cioè con batterie da 79,2 kWh, o 380 Cv nella variante Performance Plus, attrezzata di batterie da 93,4 kWh. In modalità «overboost» la potenza cresce rispettivamente a quota 408 Cv e 476 Cv: come il 6 cilindri boxer di un Carrera S. 

Lo 0-100 km/h in 5 secondi e 4 è in ritardo anni luce dai 2 secondi e 8 di quel proiettile ad altezza uomo che è Taycan Turbo S, ma la Rear Wheel Drive ha un asso nella manica: trazione posteriore uguale naturale propensione a disegnare curve in derapata. 

EMOZIONI FORTI
Manettino in Sport Plus, concentrazione massima, il tornante giusto: 5 metri di berlina che non appena li solletichi, scivolano con dolce brutalità per la tangente. Ma che non appena alleggerisci la pressione sui comandi, si riallineano con diligenza, messi in riga dal torque vectoring elettrico. 

Se il silenzio ti disturba, potrai sempre richiamare la funzione del sound digitale (automatico in Sport Plus). Un sound artificiale, che gli altoparlanti a bordo soffiano gentili sia in ripresa, sia in rilascio ed in frenata: non è il timbro di un «flat six», non è il tuono di un V8, è un suono originale. E che può dare dipendenza. 

LA RICARICA

Grazie alla tecnologia a 800 Volt, potenza di ricarica fino a 225 kW (Performance Battery) o 270 kW (Performance Battery Plus). Ciò significa che entrambe le varianti (ove possibile, vedi totem Ionity da 350 kW) si ricaricano dal 5 all’80% in 22 minuti e mezzo, e che in soli cinque minuti si accumula l’energia necessaria per percorrere altri 100 km. A proposito: autonomia compresa tra i 354 e i 484 km a seconda della batteria: pochi, ma buoni. Taycan Performance già in vendita a partire da 86.471 euro: rispetto a Taycan 4S, salvi pur sempre 24.000 euro…