×
×
☰ MENU

Il test

Nissan Qashqai, vita da hybrid

Al volante della versione «mild» 12 Volt con il 1.3 benzina da 140 Cv. Colpisce il salto nel futuro del design

Qashqai, vita da hybrid

di Lorenzo Centenari

12 Gennaio 2022,18:31

Più trascorre il tempo e più si allarga la platea di auto che rivendicano la paternità di una categoria. Nel nostro caso è tuttavia una gara a chi si aggiudica il secondo posto. Perché il primato, a votazione unanime, è soltanto suo, è soltanto di Nissan Qashqai. Anche a distanza di tre lustri dall’esordio, anche oggi che la concorrenza fa di tutto per smontarne l’ego. Qashqai è «Il crossover», punto.


Solo ibrido
Celebrato il funerale a Qashqai diesel, non ci resta che Qasqhai formato Hybrid. La terza edizione si declinerà in realtà in due distinte varianti ibride, ma in attesa che in estate debutti anche il rivoluzionario sistema Nissan e-Power, sostanzialmente un ibrido-elettrico che al motore a benzina assegna il solo ruolo di motogeneratore, al momento in commercio è solo il micro-ibrido, o meglio il 1.3 mild hybrid 12 Volt (140 o 158 Cv). Significa che a velocità inferiori a 18 km/h e con il pedale del freno premuto, il motore termico si spegne e l’energia accumulata viene usata per continuare ad alimentare l’impianto elettrico di bordo: un giro di parole per descrivere il funzionamento di un sistema Start & Stop particolarmente evoluto, il cui compito resta sempre quello di ridurre leggermente consumi ed emissioni.

Ci riesce? Nella classica marcia a fisarmonica di un contesto urbano, il guadagno è sensibile: 6,0 l/100 km. I benefici si riducono imboccando il casello: salvo imbottigliamenti, di uno Start & Stop in autostrada te ne fai ben poco. In compenso non hai pacchi batterie pesanti da trascinare, mentre in accelerazione (tra 20 e 110 km/h), l’energia della batteria è utilizzata per generare una coppia addizionale di 6 Nm, per una finestra di tempo fino a 20 secondi: non è un’iniezione di protossido di azoto, giusto un briciolo di disinvoltura in più, e non guasta.


Come va
E già che siamo in ambito feeling di guida: la nuova piattaforma CMF-C dell’Alleanza Renault-Nissan porta con sé uno sterzo più diretto e un nuovo retrotreno a ponte torcente in grado sia di digerire meglio le asperità, sia di contenere il rollio in curva. Appena due osservazioni: geometrie volante-sedile-pedaliera leggermente innaturali, leva del cambio manuale a 6 marce un pelo macchinosa. Meglio il CVT a variazione continua Xtronic (solo in versione 158 Cv a trazione integrale).


Dinamica a parte, di nuova Qashqai colpisce il salto nel futuro del design, ora più spigoloso senza pungere, più virile senza risultare prepotente. Tra il secondo e il terzo Qashqai, corre una generazione...e mezzo. Gli interni sono più spaziosi sia davanti che in seconda fila (molto pratica la portiera posteriore che si apre quasi di 90°).

Il bagagliaio cresce di 74 litri, in totale ora fanno 504 litri. Digitalizzazione sì (quadro strumenti virtuale da 12,3”, display centrale a sbalzo da 9” completo di Android Auto ed Apple CarPlay wireless), ma con giudizio: la presenza massiccia (ma ordinata) di numerosi tasti fisici, sia sul volante, sia sulla plancia, conserva un feeling di maggiore «umanità». Stile, carisma e saggezza da vendere, per il padre dei crossover.

  • L'identikit
    Nissan Qashqai 1.3 DIG-T 140 2WD
  • Dimensioni lunghezza 4425 mm, larghezza 1835, altezza 1625, passo 2665
  • Bagagliaio 504/1593 litri
  • Motore 4 cil. 1.3 turbo benzina mild hybrid 12 Volt, 140 Cv
  • Trasmissione Cambio manuale a 6 marce, trazione anteriore.
  • Prestazioni 0-100 in 10”2, vel. max. 196 km/h.
  • Consumi 6,4 l/100 km
  • Emissioni CO2 146 g/km.
  • Prezzi da 25.950 euro (Acenta) a 34.250 euro (Tekna)

CI PIACE

Design moderno, spazio
di bordo, tecnologia user-friendly, consumi medi ridotti, telaio sportivo.

NON CI PIACE

Posizione di guida leggermente innaturale, leva cambio manuale dalla corsa lunga.

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI