×
×
☰ MENU

Il test

Nissan Micra Kiiro, il "giallo" dell'estate

Tutto il bello di Micra, ma in una veste nuova. Al volante della versione speciale, 92 Cv e cambio X-Tronic

Kiiro, giallo risolto

di Aldo Tagliaferro

05 Agosto 2022,12:08

Siete alla ricerca di un giallo per l'estate? Allora Nissan ha quello che fa per voi: Micra si concede qualche tocco di colore a bordare i quattro lati per la versione Kiiro (che in giapponese, appunto, vuol dire “giallo”). Il risultato? Aumenta la personalità di una delle compatte più convincenti sul mercato per handling e design.
Se la sorella maggiore Juke aveva già scelto il giallo per la versione che celebra Batman, anche Micra si è accodata optando per una serie speciale che si nota da lontano: gli inserti gialli sulla carrozzeria grigio scuro (Gunmetal Grey) risaltano prepotenti, dando alla piccola Nissan (un millimetro sotto i 4 metri) un aspetto più “maschile” e sportivo, esaltato anche dagli eleganti cerchi neri peronalizzati “Glossy Black” da 17”.

Se l'occhio vuole la sua parte - e da questo punto di vista siamo a posto, visto che ci sono anche stickers ad hoc e vetri scuri - Micra convince ancor di più nella sostanza: all'interno non ci sono tracce di Kiiro, tutto è “regolare”, ma è girando la chiave e accendendo i tre cilindri sotto il cofano che tutto torna: il 1.0 benzina gira rotondo, silenzioso e sensibile al pedale dell'acceleratore. Tanto che i 92 Cv (su 1080 kg) sono più che sufficienti per divertirsi e - soprattutto - effettuare un sorpasso in tutta sicurezza quando è necessario. La velocità massima è di 178 km/h, lo 0-100 richiede 11”8 (parte forte, poi la curva rallenta un po'). Uno sterzo molto preciso e la gommatura generosa (205-45) garantiscono una stabilità notevole anche alle alte velocità a questa sincera trazione anteriore.

La versione che abbiamo testato, X-Tronic, utilizza una trasmissione a variazione continua che non evidenzia i consueti limiti dei Cvt, togliendo preoccupazioni nel traffico urbano e gestendo al meglio (anche acusticamente) le accelerazioni. A livello di consumi l'omologazione è di 6,3 litri per 100 km, valore molto vicino alla realtà perché 15 km con un litro sono ampiamente alla portata.
Il prezzo non è esattamente popolare per questa versione (22.150 euro) ma va detto che a livello di contenuti a Micra Kiiro non manca (quasi) nulla: sensori di parcheggio posteriori, fendinebbia e sensore pioggia, clima automatico, Cruise Control, display audio touch da 7 pollici. Si nota, semmai, l'assenza di coperture ai vari vani portaoggetti e della smart key.

Infine, parliamo di spazio: buono quello per guidatore e passeggero (discreta anche la visibilità nonostante i montanti molti inclinati), un po' più sacrificato invece quello nella fila posteriore nonostante un passo superiore ai due metri e mezzo. Onesto per le dimensioni il bagagliaio di 300 litri, ma soglia di carico un po' troppo bassa.
Insomma, il giallo è risolto. E a pensarci bene, non solo per l'estate.

 SECONDO NOI  CI PIACE Design di grande effetto nel contrasto giallo-grigio e cerchi neri. Tre cilindri potente, reattivo e silenzioso. Grande tenuta di strada e comportamento sempre sincero, dotazione di serie molto ampia.  NON PIACE Listino non popolare, ma è il prezzo dell'esclusività, manca però la telecamera posteriore. Bagagliaio un po' troppo basso e sacrificato.

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI