×
×
☰ MENU

Sting spegne 70 candeline - Foto - Video

29 Settembre 2021,12:25

 Buon compleanno Sting, all’anagrafe Gordon Matthew Thomas Sumner, nato a Wallsend, nella periferia a nord di Newcastle upon Tyne in Inghilterra, il 2 ottobre 1951, dalla parrucchiera Audrey Cowell ed il lattaio Eric Sumner. Spegne 70 candeline il cantautore, polistrumentista e attore britannico che ha fatto conoscere al mondo la musica dei Police con il suo talento, Figline Valdarno grazie al suo amore per la campagna toscana, il sesso tantrico facendo poco mistero della propria (idilliaca) vita di coppia. Le sue influenze musicali includono rock, jazz, reggae, musica classica, new-age e worldbeat, e nella sua carriera ha ricevuto 17 Grammy Awards, 3 BRIT Awards, un Golden Globe e un Premio Tenco, oltre ad essere stato candidato per ben 4 volte all’Oscar per la migliore canzone nel 2001, 2002, 2004 e 2017 per i film 'Le follie dell’imperatorè, 'Kate & Leopold’, 'Ritorno a Cold Mountain' e 'Jim: The James Foley Story'. Impressionanti i numeri alle vendite: oltre 100 milioni di dischi nel mondo per Sting, che si fa chiamare così da tutti, figli compresi: Joseph, cantante e bassista dei Fiction Plane, e Fuschia Katherine (lui 45 e lei 39 anni) avuti dall’attrice irlandese Frances Tomelty che sposò nel 1976, e i quattro avuti dalla seconda moglie (impalmata nel 1992 dopo dieci anni di convivenza) Trudie Styler (prima attrice oggi produttrice), uno dei quali, Eliot Pauline 31 anni, sta seguendo le orme paterne come leader dè I Blame Coco. Fin da bambino Sting si scopre innamorato della musica, frequenta la St. Cuthbert Roman Catholic School a Newcastle e successivamente l’università di Warwick a Coventry, non la termina ma la vita gli riserverà due lauree honoris causa in musica: la prima nel 1992 dalla Northumbria University, la seconda nel 1994 dal Berklee College of Music. 


 Tiene i suoi primi concerti con gruppi jazz in vari locali inglesi dell’epoca. Leggenda narra che il suo nome d’arte (che significa 'pungiglionè) sia nato in questo periodo portando spesso una maglietta a strisce nere e gialle; ma c'è chi dice invece che a chiamarlo Sting fossero i suoi alunni durante il breve periodo da insegnante, ritenendolo molto severo. Poi arriva la svolta, quella vera che lo lancerà nell’olimpo della musica. Nel 1976, a Londra, Sting incontra il batterista statunitense Stewart Copeland e il chitarrista corso Henry Padovani, e con loro forma il gruppo rock/pop dei The Police. Erano gli anni forti del punk londinese: il trio iniziò a suonare in piccoli pub ed esordì su 45 giri con l’autoprodotto Fall Out/Nothing Achieving. Presto Padovani venne rimpiazzato dal più esperto Andy Summers, veterano della scena musicale inglese le cui sonorità, pulite e curatissime, contribuirono a distaccare definitivamente il gruppo dall’originario intendimento punk. I Police debuttarono ufficialmente negli Stati Uniti nel 1978 con 'Roxannè, e fu successo immediato. Il gruppo ebbe svariati album in testa alle classifiche, europee e d’oltreoceano tra il 1979 e il 1983, anno della loro separazione; i Police hanno vinto sei Grammy Award nei primi anni ottanta, come nel caso della loro canzone più famosa, 'Every Breath You Takè. Il loro ultimo album, 'Synchronicity' è stato pubblicato nel 1983. Tra la fine degli anni ottanta e la metà degli anni novanta, si parlò di riunione, forzata prima dalla casa discografica A&M nel 1986, con la ri-registrazione di 'Don't Stand So Close to Mè e 'De Do Do Do, De Da Da Dà e un breve tour di sole tre date per Amnesty International negli Stati Uniti. Una loro ultima reunion avvenne durante l’assegnazione alla Rock and Roll Hall of Fame nel marzo 2003. Il 2007 si aprì con una grossa novità per i suoi fan: Sting ricompose i leggendari Police per un tour mondiale di poco più di un anno, in occasione del trentennale del primo singolo del terzetto britannico. Il debutto ufficiale avvenne all’apertura della cerimonia di consegna dei 49º Grammy Awards, a Los Angeles. 


 Convinto oppositore della Brexit, oltre alla musica l’artista è un grande appassionato di scacchi, degli investimenti immobiliari ed un attivista per l’ambiente ed i diritti umani. Per raccogliere fondi per la Rainforest Foundation, in giugno del 2000 ha giocato in una simultanea su cinque scacchiere contro Garri Kasparov negli studi televisivi della ABC di Times Square a New York. Kasparov vinse tutte le partite in 50 minuti: alla domanda di come giocasse Sting rispose diplomaticamente definendolo 'un giocatore che si impegnà. Sting possiede molti terreni nel Regno Unito e negli Stati Uniti, attualmente vive a Figline Valdarno, in Toscana, dove ha comprato la villa del Palagio nel 1999. Nel 2002 acquistò i beni confinanti dell’ex fattoria Serristori: 200 ettari tra vigne, uliveti, pascoli e boschi, diventando così proprietario di un’intera collina di oltre 300 ettari tra il Chianti e il Valdarno. L’azienda agricola 'Tenuta Il Palagiò dà lavoro a 15 dipendenti fissi più gli stagionali. Verso la fine degli anni ottanta, Sting sostenne fortemente i movimenti ambientalisti e umanitari, come Amnesty International. Con Trudie Styler e un Kayapó indiano come guida in Brasile, ha fondato la Rainforest Foundation per contribuire a salvare le foreste pluviali. Inoltre ha partecipato al Live 8 nel 2005 per promuovere la causa della cancellazione del debito nei paesi africani da parte degli stati più potenti e nel 2007, con i Police, al Live Earth in favore della salvaguardia del pianeta. Sempre nel 2005 è stato tra i principali promotori del movimento ambientalista Hydrogen (f)or Life, per lo sviluppo delle energie pulite e dell’economia dell’idrogeno. Il 19 agosto 2009 partecipa al Concerto per Viareggio, evento organizzato dall’amico e collega Zucchero Fornaciari


 Tanti gli onori: nel 1998 il 63º posto tra i 100 più grandi artisti di sempre del Rock'n'Roll, nell’estate del 2003 l'onorificenza civile di 'Comandante dell’Ordine dell’Impero Britannicò; nello stesso anno esce la sua autobiografia 'Broken Music'. Sting è un appassionato di calcio e tifoso del Newcastle, squadra della sua città d’origine, e negli ultimi tempi, vivendo in Toscana, ha sviluppato una simpatia verso la Fiorentina. Il primo album da solista di Sting è 'The Dream of the Blue Turtles' (1985). Sting scrive 'Money for Nothing' dei Dire Straits insieme a Mark Knopfle, e nella parte iniziale canta 'I want my MTV.'. In un anno diventa tre volte disco di platino. 'Nothing Like the Sun’viene pubblicato nel 1987 e contiene le canzoni 'Wèll Be Together' e 'The Lazarus Heart', dedicate alla madre morta lo stesso anno. Anche questo viene classificato disco di platino ed è riconosciuto come uno dei più importanti album rock degli anni ottanta. Alla ricerca continua di sperimentazioni e contaminazioni, l’11 luglio 1987 Sting sale a Perugia sul palco dell’Umbria Jazz Festival insieme al pianista Gil Evans e il sassofonista Branford Marsalis. Nello stesso anno, il 1º maggio sale sul palco di un teatro di Amburgo, per reinterpretare assieme ad un’orchestra, a Jack Bruce e all’italiana Gianna Nannini, canzoni popolari di Kurt Weill e Bertolt Brecht. Nel 1989 comincia un tour non più musicale ma di sensibilizzazione dell’opinione pubblica per il problema globale della deforestazione dell’Amazzonia. Il 1990 è un anno di pausa e di introspezione, preliminare e strumentale alla composizione del nuovo album da solista dell’anno successivo che conterrà 'All this Timè (che raggiunge i vertici delle classifiche europee), 'The Soul Cages' (che vince un Grammy) e 'Mad About Yoù. Il tour mondiale parte il 1º febbraio dal teatro di Berkeley, in California (Stati Uniti), mentre il tour europeo di 'The Soul Cages' si apre a Newcastle, alla City Hall, il 21 aprile 1991. L'album diventa disco di platino nel 1992. In quell'anno conosce il tenore italiano Luciano Pavarotti: i due registreranno 'Panis Angelicus', canzone del compositore ottocentesco Cèsar Franck, che poi eseguiranno a San Martino del Mugnano, nei pressi di Modena, Italia, il 27 settembre, in occasione di una serata di raccolta fondi organizzata dallo stesso Pavarotti, evento prenderà poi il nome successivamente di 'Pavarotti International'.


 Nel 1993 Sting registra 'Ten Summoner's Tales' che diventa tre volte disco di platino in un anno. Sting raggiunge di nuovo notorietà tra il pubblico, nel 1994, quando con Bryan Adams e Rod Stewart canta la canzone 'All for Lovè dal film I tre moschettieri. La canzone rimane in cima alla classifica per cinque settimane e diventa disco di platino. In febbraio, vince altri due Grammy Awards e ottiene altre tre candidature all’Academy Awards. Sting ritorna nel settembre del 1999 con l’album Brand New Day, contenente Brand New Day (Top 40) e Desert Rose (Top 10), e che divenne triplo Platino nel gennaio del 2001, dopo aver vinto un Grammy Award per l’album e la title-track nel 2000. Il 2002 fu un anno ricco di premi per Sting. Vinse un Golden Globe Award per la canzone 'Until' tratta dal film Kate & Leopold e ottenne la candidatura per il suo secondo Oscar. In giugno, entrò nella Songwriters Hall of Fame. Nel 2006 riscopre il liuto e a ottobre pubblica, insieme al liutista bosniaco Edin Karamazov, il disco per voce e liuto Songs from the Labyrinth, con musiche del famoso liutista John Dowland. Segue la tournèe che porterà i due a esibirsi, tra l’ottobre del 2006 e il febbraio del 2009, in alcuni posti suggestivi e unici per un concerto di quel tipo, come ad esempio la chiesa di Santa Maria delle Grazie di Milano. Negli anni successivi si susseguono ancora tante partecipazioni e collaborazioni ma sempre più tempo Sting lo dedica alla vita privata. Proprio a Milano chi scrive lo ha incrociato in maniera inusuale: qualche anno fa in una sera di novembre, ora di cena, impregnata della tipica nebbiolina milanese. Una coppia veniva incontro in una deserta via Della Spiga. Solo quando ci separavano pochi metri mi sono resa conto che si trattava di Sting e Trudie, che camminavano, soli, abbracciati, felici. (ITALPRESS).
 

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI