Native

salone del camper

Dall'Emilia Romagna ai laghi: le mete più gettonate in camper

Coniugando natura, escursioni e buon cibo alla scoperta di località incontaminate lungo lo Stivale

09 settembre 2016, 19:12

Secondo una ricerca realizzata dal Salone del camper, circa l’80% dei viaggi all’aria aperta da parte di turisti italiani continua ad essere fatto nel nostro Paese. Incrociando i dati forniti con la Banca d’Italia, risulta invece che nel 2013 sono stati poco più di un milione gli italiani che hanno scelto una destinazione straniera. Il turismo italiano all’estero che predilige l’aria aperta rappresenta il 3,9% del movimento turistico totale outgoing. Altro dato da sottolineare è che oltre l’85% degli italiani che vanno all’estero viaggiano in camper. Ecco quindi, secondo il Salone le prime destinazioni italiane preferite dai camperisti italiani per la prossima stagione. In testa c’è l’Emilia Romagna; la provincia di Parma, tra castelli e rocche, resta meta ricreazionale ideale, anche per coloro che desiderano dedicarsi alla mountain bike. Tanti i percorsi appenninici, passando anche per Salsomaggiore, dove non si può rinunciare a un giro alle famosissime terme Berzieri, rinomate per le loro acque salsobromoiodiche.

A seguire c’è il Veneto: nella Serenissima, con ottimi campeggi tra Jesolo e Punta Sabbioni, l’ideale come “campo base” per visitare la Biennale a Venezia oppure la celebre Mostra del Cinema a settembre. Apprezzata anche la Toscana, per un viaggio in camper tra fantastici borghi, come per esempio Vetulonia, gioiello incontaminato della Maremma etrusca, esaltato anche dal popolare quotidiano inglese The Independent. La Val D’Orcia, luogo di grande ricettività per i camperisti, è l’ideale per una vacanza fra natura e cultura, in una comunione di spazi verdi e luoghi come Pienza, la città dei Papi.

Buonissima posizione anche per l’Umbria: in camper alla scoperta della natura incontaminata delle regioni dell’entroterra, in primis la città di Montefalco con il suo Sagrantino celebrato anche da Altra meta del turismo en plein air sarà il Lago di Levico, in Trentino Alto Adige, al quale anche nel 2015 è stato riconfermato il prestigioso riconoscimento internazionale Bandiera Blu della FEE (Foundation for Environmental Education), grazie alle limpide acque, alla spiaggia e alle politiche di gestione turisticoambientali ecosostenibili. Scendendo in centro Italia, il Lazio verrà riscoperto da chi apprezza i viaggi in camper: al confine con la Campania, i Monti Aurunci garantiscono infatti quiete, lontano dal rumore delle grandi città, e sanno ricompensare chi vi si avventura con viste mozzafiato dalle cime. Un luogo perfetto per il turismo all’aria aperta grazie all’area camper di Campodimele. In Campania il camping internazionale della Solfatara di Pozzuoli, a nord di Napoli, rappresenta il soggiorno ideale per coloro alla ricerca di novità, come la cucina geotermica e la visione dei crateri durante la notte. Per quanto riguarda invece la Puglia la piana degli ulivi, tra Ostuni, Carovigno, Monopoli e Fasano, costituisce la meta ideale per chi anela a poter ammirare piante plurisecolari come i famosi ulivi. In più c’è anche la possibilità di adottarne uno, ricevendo così a casa uno dei migliori oli extra vergine. Infine la Lombardia; imperdibile per gli appassionati di turismo in libertà è il Lago d’Iseo, dalla natura intatta e incontaminata con un lungolago mozzafiato. Da non perdere anche l’area della Franciacorta, per gli amanti del buon vino; e insieme al vino non possono mancare le specialità gastronomiche. La Strada del Tartufo Mantovano, che si estende lungo la riva destra del Po per circa 40 chilometri, in una fascia di territorio compresa tra i borghi di Quistello, a ovest, e Felonica, a est, è infine un buon itinerario per i buongustai.