GEOSEC

Crepe nei muri, come intervenire

Contenuto sponsorizzato da Publiedi

29 ottobre 2019, 15:37

Crepe nei muri, come intervenire

I recenti cambiamenti climatici stanno modificando il comportamento degli edifici soprattutto in relazione all’interazione terreno strutture di fondazione.  Infatti edifici che sono rimasti stabili per molti decenni e le cui fondazioni risultano appoggiate in modo superficiale potrebbero divenire oggetto di cedimenti del terreno a causa della siccità. Questo genere di dissesti comportano inevitabilmente una sollecitazione alle strutture con comparsa di crepe nei muri. Quando le fessure sono  esili e simili a ragnatele o a righe sottili è facile pensare che si tratti di problemi alla parete del tutto superficiali che si possono risolvere molto spesso con nuovo stucco e pittura. Ma se le crepe nei muri, interni e soprattutto su quelli esterni, fossero decisamente più consistenti sarebbe dunque un chiaro segnale che qualcosa si muove sotto alla struttura portante della casa.

 

Crepe nei muri: quando è il caso di intervenire

 

Quelle imperfezioni che notate sull’intonaco dei muri potrebbero nascondere un problema importante collegato alla struttura di fondazione della casa. La fessura nel muro può avere diverse cause e richiedere interventi differenti. Per scoprire se le crepe comparse su una parete del salotto o nello spigolo esterno della casa non sono solo antiestetiche è importante consultare un esperto. Come sapere quando è il caso di preoccuparsi? Non facciamoci prendere dal panico, bensì cerchiamo di comprenderne la natura e la gravità delle lesioni.

 

Tenere monitorate le semplici crepe di assestamento

 

Come già detto vengono definite fessure superficiali quelle minute non legate a cedimenti strutturali o del terreno. A questi danneggiamenti di livello estetico, si rimedia con piccoli interventi talvolta fai da te e queste lesioni superficiali possono essere provocate, ad esempio, da ordinarie dilatazioni termiche dei materiali, da una degradazione della qualità degli elementi alla base dell’intonaco e della superficie del muro. In questo caso si tratta di un problema puramente estetico che non ha nessuna influenza sulla stabilità dell'edificio. Prima di munirsi di stucco per provare a risolvere il problema con il fai da te, è bene comunque consultare un esperto per non trascurare dettagli importanti.

 

Le crepe possono essere effetto di cedimenti della casa


Quando invece le lesioni nei muri sono strutturali, bisogna prendere provvedimenti in modo tempestivo con azioni di consolidamento per mettere in sicurezza l’edificio. Le crepe nei muri possono essere la conseguenza di un cedimento del terreno che causa il cedimento delle fondazioni stesse che, venendo meno in appoggio, collassano e fanno crepare le murature sovrastanti. Se trascurate, potrebbero minare seriamente la stabilità di un intero edificio. Il terreno sul quale sorgono le nostre case è composto di una parte solida, una liquida e una gassosa, variazioni anomale su una di queste parti ha ricadute sull’equilibrio tra terreno e fondazione dell'edificio.
 

 

Come valutare l’origine delle crepe


Per comprendere la natura delle crepe nei muri non è sufficiente valutare l’ampiezza della fessurazione, ma è indispensabile indagare sulle cause che rendono manifeste quelle fastidiose e a volte pericolose irregolarità sulle pareti.

Se le crepe sono inclinate oppure orizzontali e volgono in modo regolare nella stessa direzione lasciano ad indicare una possibile zona di cedimento del terreno. Esempi tipici possono essere cedimenti di un angolo oppure di una intera parete.

Quando invece le crepe nei muri sono verticali possono essere originate da movimento differenziale fra due case tra loro in aderenza, con una parete comune.

Infine se  le crepe nei muri hanno un andamento diagonale e incrociato a X, con tutta probabilità sono segno delle conseguenze di un evento di scuotimento sismico.

 

 

Come consolidare le fondazioni di una casa


Una delle tecniche più utilizzate per agire sul terreno di fondazione è il consolidamento con resine espandenti: la resina viene iniettata all'interno del terreno che necessita di stabilizzazione. Si interviene prima con la compattazione superficiale e in un secondo momento si procede con il consolidamento del sottosuolo.
Durante queste due fasi principali di assestamento del terreno di fondazione, gli esperti del settore monitorano continuamente l’operazione grazie a una specifica e sensibile strumentazione che valuta gli effetti dell’operazione in corso d’opera.

 

 

Le soluzioni GEOSEC


Per eliminare in modo tempestivo e risolutivo le crepe nei muri, ci si può affidare a GEOSEC azienda detentrice di brevetti con un’esperienza tecnica ultra decennale nel settore e qualificata da prestigiose certificazioni tecniche nazionali ed estere.
Iniettare resina nel terreno per stabilizzare un edificio richiede precisione e competenza. GEOSEC applica un metodo che ha sviluppato e brevettato, per fare in modo che il prodotto, inizialmente fluido, arrivi esattamente dove serve e sortisca gli effetti necessari. La resina viene guidata in modo mirato nelle porzioni di terreno cedevoli, verificando l'efficacia del trattamento durante i lavori grazie alla Tomografia ERT 4D Live e nel caso adottando tutte le misure correttive utili ad ottenere un vero consolidamento mirato ed efficace.

Gli interventi GEOSEC


Le soluzioni GEOSEC vengono applicate per intervenire su cedimenti delle fondazioni e cedimenti delle pavimentazioni (civili, industriali, aeroportuali, stradali) quali ad esempio edifici residenziali, ville e condomini, edifici scolastici e universitari, centri direzionali, hotel, edifici industriali e strutture sportive, ma anche edifici storici e monumentali, Chiese, qualsiasi edificio di culto.

Ma vengono impiegate anche per il miglioramento sismico delle fondazioni, la mitigazione del rischio di liquefazione dei terreni e in generale per ogni necessità di messa in sicurezza e stabilità del costruito.

Le soluzioni GEOSEC sono coperte da garanzia contrattuale decennale e da un’ulteriore garanzia assicurativa postuma decennale con primaria compagnia internazionale.

Per maggiori informazioni visita il sito GEOSEC o chiama direttamente il numero verde gratuito: 800045645

© RIPRODUZIONE RISERVATA