GEOSEC

Crepe nel pavimento: come intervenire sulle cause

Contenuto sponsorizzato da Publiedi

19 febbraio 2020, 08:43

Crepe nel pavimento: come intervenire sulle cause

Cedimento delle pavimentazioni

Può succedere che anche in costruzioni recenti si possano notare crepe sui muri e sui pavimenti: spesso questi fenomeni sono dovuti al cedimento del terreno sottostante alle fondazioni.

Queste manifestazioni non devono essere trascurate: crepe sulle pareti, avvallamenti e rigonfiamenti di pavimentazioni, fessure sui pavimenti, difficoltà improvvise ad aprire e chiudere porte e finestre sono segnali da approfondire.

Un cedimento dei pavimenti è un pericolo per la stabilità dell'immobile. Se la superficie del pavimento evidenzia comportamenti insoliti è necessario comprendere la natura del problema per intervenire con rapidità.

La struttura portante di una casa e le sue pavimentazioni sono direttamente influenzate dallo stato del suolo sottostante. Le alterazioni degli equilibri del terreno possono essere dovute all'azione del clima e degli agenti atmosferici ma anche all’urbanizzazione: la realizzazione di scavi profondi per la costruzione di nuovi edifici e di strade nelle vicinanze o le sollecitazioni dovute al passaggio di veicoli pesanti, sono alcuni dei fattori da tenere in considerazione.

Anche l’alternarsi delle stagioni secche e umide contribuisce in maniera decisa alla variazione della percentuale d'acqua presente nel suolo e il conseguente aumento o diminuzione di volume del suolo stesso. Questo fattore si riflette sul comportamento delle strutture edificate, favorendo per esempio la formazione di crepe nei muri e fessure in pavimenti, soprattutto se questi ultimi risultano semplicemente appoggiati sul terreno.

 

Cedimento pavimentazioni residenziali

Quando le crepe nel pavimento sono numerose e circoscritte in un’area ben precisa oppure abbinate a depressioni e perdita della superficie piana, il cedimento delle pavimentazioni residenziali può essere la conseguenza diretta di un degrado delle condizioni portanti del terreno. Una consulenza di un esperto potrà verificare che l'equilibrio originale del terreno è stato compromesso dalla formazione di “vuoti” che provocano la diminuzione di portanza.

Il deterioramento delle caratteristiche del terreno provoca un "abbassamento" e quindi la formazione di crepe nei pavimenti, nei marciapiedi esterni e spesso anche nelle piscine.

In questi casi si renderà necessario eseguire un intervento di consolidamento.

Le cause principali di questi cedimenti

  • l'assestamento del terreno sottostante il pavimento,
  • l'erosione,
  • le vibrazioni da traffico veicolare;
  • l’alternanza di periodi piovosi e siccitosi;
  • perdite di impianti fognari

 

Cedimento pavimentazioni industriali

Anche il cedimento delle pavimentazioni industriali è la diretta conseguenza del degrado delle caratteristiche meccaniche del terreno sottostante.

Resistenza, stabilità e planarità sono le caratteristiche essenziali di un pavimento industriale che deve sopportare pesi, macchine in movimento e impianti di lavorazione.

Vibrazioni e perdite di fluidi nel terreno sono soltanto alcune delle cause che possono generare dei cedimenti differenziali del terreno sotto alla pavimentazione.

Quando sotto l’effetto delle sollecitazioni statiche e dinamiche il terreno sottostante al pavimento industriale comincia a cedere, compaiono in superficie fessurazioni e avvallamenti.

L'assestamento del terreno non adeguatamente compattato in fase di posa in opera, l'aumento del carico che il terreno stesso deve sopportare, le variazioni del suo contenuto d'acqua e le vibrazioni meccaniche dovute al passaggio di carrelli elevatori o altri macchinari pesanti portano al deterioramento nel tempo delle caratteristiche geotecniche del terreno, si formano spazi vuoti che successivamente creano abbassamenti del pavimento.

Questo capiterà soprattutto se la pavimentazione è priva di un’adeguata struttura sottostante pensata per stabilimenti industriali.

In questi casi l’intervento di consolidamento sotto alla pavimentazione dovrà avvenire senza scavi e demolizioni, senza spostare macchinari e attrezzature pesanti, senza allestire cantieri che rallentino o interrompano l’attività dell’azienda.

Le crepe nei pavimenti industriali sono una conseguenza del degrado delle caratteristiche del terreno.

Le cause principali sono:

  • le variazioni del contenuto d'acqua, dilavamenti e disturbi in generale del terreno sottostante;
  • l'aumento del carico statico e/o dinamico che viene ad essere applicato;
  • le vibrazioni ambientali dovute al passaggio di macchinari pesanti.

 

Recuperare la superficie piana dei pavimenti abbassati

Le crepe nei pavimenti non sono solo un problema estetico. Spesso queste fessure sono il segnale di un problema più grande che coinvolge il terreno di fondazione dell’edificio.

Per risolvere definitivamente il problema, è indispensabile procedere al consolidamento del terreno, cioè è necessario rinforzare quel materiale sottostante che riceve il peso della pavimentazione. In questo modo si interviene direttamente sull’origine del cedimento, evitando nuovi abbassamenti che possono arrivare  a  compromettere l’agibilità della costruzione.

Tutti gli interventi GEOSEC per il consolidamento delle fondazioni sono coperti da garanzia contrattuale decennale e da un’ulteriore garanzia assicurativa postuma decennale con primaria compagnia internazionale.

Per maggiori informazioni visita il sito GEOSEC o chiama direttamente il numero verde gratuito: 800045645

© RIPRODUZIONE RISERVATA