×
×
☰ MENU

«Vincio il maestro», il meccanico di tutti

«Vincio il maestro», il meccanico di tutti

di Maria Chiara Pezzani

08 Novembre 2021,11:27

Addio al titolare di un'officina storica

Neviano Era il meccanico di tutto e di tutti, pronto a partire dalla sua piccola officina per andare ad aggiustare i mezzi agricoli rotti, fossero nei campi o nel mezzo di un bosco. 

E il suo ricordo è ancora vivo nelle tante persone che ha aiutato e non solo. È scomparso nei giorni scorsi l’83enne Vincenzo Castagnetti, «il maestro» per chi da lui ha imparato il lavoro, per tutti gli amici «Vincio». Originario di San Polo d’Enza sin da giovanissimo aveva iniziato a fare il meccanico a Traversetolo. Svolse il servizio di leva nei bersaglieri, un’esperienza della quale andava molto fiero. Poi l’incontro con Mirella: insieme costruirono  letteralmente la loro casa a Sella di Lodrignano, dove cresceranno i figli Gian Carlo e Ivana.

Nel garage Castagnetti crea la sua piccola officina. Lui era le abili mani, la moglie Mirella la contabile. Sull’elenco telefonico c’era la dicitura «riparatore biciclette», ma per lui  la meccanica non aveva segreti, smontava e rimontava tutto, da una semplice bicicletta ad un caterpillar. Riceveva una chiamata e partiva, fosse anche per un mezzo rotto in un campo sotto il sole. 

E sono tanti gli agricoltori della montagna che si sono rivolti a lui per le riparazioni. «Aveva le mani d’oro, le persone si fidavano così tanto di lui che venivano a prenderlo anche dalla Toscana per sistemare dei mezzi e poi lo riportavano a casa -  ricorda il genero Andrea Ugolotti.  - Era amico di tutti e in tanti in questi giorni hanno portato alla famiglia il loro ricordo, tutti con una buona parola».

Amante degli animali, andava a caccia solo per far fare un giro ai cani e sono diverse le bestie che negli anni ha addomesticato. Non ultimo Poppi, pappagallino da cui era inseparabile e che adorava. «Un uomo nella vita con un animo gentile e buono - ricorda Ferruccio Farina, che da lui ha appreso i segreti della meccanica -. Era animato dalla voglia d’imparare ed insegnare agli altri. Lavorava per aiutare le persone, non solo per interesse».

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI