12°

26°

nuovo comune

Fontanellato e Fontevivo, la fusione strappa il parere positivo del Pd

I segretari dei circoli Berselli e Moroni: «Serve una valutazione approfondita»

Fontanellato e Fontevivo, la fusione strappa il parere positivo del Pd
Ricevi gratis le news
0

FONTANELLATO FONTEVIVO
Anche i segretari dei Circoli Pd di Fontevivo e Fontanellato, Fabio Moroni e Roberto Berselli, hanno commentato l’ipotesi di fusione dei due Comuni della Bassa avanzata dalle rispettive Amministrazioni comunali. «L'ipotesi di poter giungere alla fusione dei Comuni di Fontevivo e Fontanellato - sottolineano - ci trova concordi nel perseguimento di obiettivi di razionalizzazione e contenimento della spesa pubblica, di efficienza nel mantenimento e sviluppo dei servizi alla persona, di valorizzazione di un territorio ricco dal punto di vista culturale, storico-testimoniale e imprenditoriale. Fontevivo e Fontanellato condividono già oggi molte politiche, a partire da quelle sulla sicurezza e sull'istruzione. La decisione di valutare una più forte integrazione dei nostri due territori è, anche dal punto di vista geografico, pressoché naturale».
Una scelta che dovrebbe aiutare anche sul piano economico visto che si libererebbero risorse importanti da investire sul territorio. «Le opportunità che i nostri territori potrebbero cogliere da questa fusione - continuano -, a partire dai contributi economici e dallo sblocco delle ingenti risorse oggi vincolate dal patto di stabilità, sono significative e strategiche e meritano un’attenta valutazione. Un progetto con obiettivi importanti non può essere affrettato e non può prescindere dal necessario coinvolgimento di tutti i cittadini e delle realtà associative e imprenditoriali che rendono già oggi ricchi e vitali i nostri Comuni. Il referendum consultivo che sancirà l’eventuale fusione non potrà che essere la tappa conclusiva di un processo di partecipazione sicuramente più ricco e articolato in cui ognuno possa avere l’opportunità di far valere le proprie obiezioni, proposte e necessità in modo che queste possano essere valutate con attenzione per far sì che ogni decisione non sia calata dall’alto ma partecipata e ampiamente condivisa».
Una decisione, secondo i due segretari, che necessita di ampia condivisione e adeguata riflessione: «Occorre da parte di tutti una presa di coscienza della proposta che, con razionalità e oggettività, consenta di valutare pro e contro senza preclusioni, retropensieri o malevole supposizioni che inquinerebbero il dibattito senza dare la possibilità ai cittadini di approfondire la questione e di farsi un’opinione. Il tempo per approfondire ogni aspetto non dovrà essere in alcun modo sacrificato. Per parte nostra, come Pd, ci mettiamo a disposizione dei cittadini e delle Amministrazioni comunali, con le nostre idee e proposte, per dare al nostro territorio e ai suoi cittadini una prospettiva di sviluppo per il futuro».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Lealtrenotizie

gazzareporter

Rissa fra ragazze: volano bottiglie di birra (e infrangono un portone)

Stazione

Chiude il piano dei senzatetto

1commento

Traversetolo

Ancora liquami nel Termina: è allarme

7commenti

CARABINIERI

Sul ponte di Ragazzola con il rosso: pioggia di multe

1commento

Volanti

Nonnina terribile minaccia la vicina con la scopa: denunciata

COLORNO

Dopo l'incidente scappa: «inchiodato» dalle telecamere

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

ITALIA/MONDO

SPORT

Rugby

L'addio di Manici: "Il mio corpo dice basta, ora farò l'allenatore" Video

SOCIETA'

MOTORI

NOVITA'

Kia Picanto X-Line: la citycar diventa crossover

ANTEPRIMA

Ford, ecco la nuova Focus. Da 20mila euro Fotogallery