15°

25°

poesia

Due poeti, due anime vere

Presentata l’opera omnia di Gian Carlo Artoni e un’antologia del poeta Vadim Fëderovic Tërechin: «Il decano dell’Officina parmigiana e l’autore russo hanno in comune temi, sensibilità e aspetti stilistici»

Due poeti, due anime vere
Ricevi gratis le news
0

Due poeti, due paesi distanti come l’Italia e la Russia. In comune, Gian Carlo Artoni, esponente della gloriosa Officina parmigiana, e Vadim Fëdorovic Terëchin, poeta russo, hanno alcuni tratti stilistici e tematici e una data, quella di ieri, quando nella Sala Borri di Palazzo Giordani gremita di pubblico sono state presentate raccolte delle loro poesie. «Due atti di coraggio», come li ha definiti Luigi Alfieri, caporedattore della «Gazzetta di Parma», perché «oggi pubblicare poesia richiede coraggio». Il critico Giuseppe Marchetti, ha introdotto «Lo stesso dolore e altre poesie nel tempo» (1949-1966), opera omnia di Artoni a cura di Paolo Briganti (docente di letteratura italiana del nostro ateno, che ne ha letto con efficacia alcuni versi e che ha dichiarato: «Questa raccolta esce a pochi giorni dal novantunesimo compleanno di Artoni e a dieci anni dalla morte di Maurizio Schiaretti, con cui avevo cominciato a lavorare a questa idea: a lui dedico il libro») e con una nota di Luigi Alfieri, edita da Diabasis. «Il titolo ‘’1949-1966’’, dà già un’idea. – ha spiegato Marchetti – Il libro riassume non solo la vita poetica di Artoni ma un modo di scrivere, un modo di essere della poesia. Nel libro si trovano tutti gli strati della poesia italiana del Novecento. Lirismo, intensità, appassionata conoscenza del mondo, grandi amicizie sono rimasti come nucleo essenziale di questo modo di fare la poesia, che è un modo di parlare a se stessi, un modo di essere e di concepire la vita. Le date, in fondo, contano poco, perché è una poesia che il tempo non ha annullato».
«Siamo lieti e orgogliosi di pubblicare questo volume. – ha osservato Umberto Squarcia, vicepresidente di Diabasis – Come si sa, Diabasis oggi ha sede a Parma e si sta strutturando nel tessuto civile della nostra città ma è nata a Reggio, nell’88, per iniziativa di Alessandro Scansani e Giuliano Manfredi. Scansani sentiva l’affinità elettiva verso la realtà letteraria di Parma, conosceva le opere dei protagonisti dell’Officina parmigiana. Vorrei ricordare due poeti da noi pubblicati: Emilio Zucchi, nel 2001 con il suo ormai famoso ‘’Il pioppo genuflesso’’; e Italo Podestà, di cui nel 2004 è uscita l’opera omnia ‘’Lumen de lumine’’. Questa collana è l’approdo naturale dell’opera poetica di Artoni, sentiamo di avere assolto il nostro dovere verso un poeta cui la nostra cultura deve tanto». Il libro riporta anche alcuni elementi biografici del poeta, personaggio importante per Parma anche come avvocato e politico.
«Senti, il grillo intona / una canzone sulla lira da dietro alla stufa / Come se il mondo non fosse crudele, / Le parole e la musica sono eterne». Sono i primi versi di una delle poesie di Vadim Fëdorovic Terëchin, raccolte nel libro Secondo le leggi dell’autunno, Fermo Editore. A introdurre questo testo è stato Emilio Zucchi, poeta e redattore della pagina culturale della Gazzetta di Parma, che ha collaborato alla traduzione italiana: «Sono rimasto affascinato dall’afflato religioso, in senso non confessionale ma propriamente russo, quindi panteistico ed esistenziale, di queste liriche – ha spiegato Zucchi –. E’ una poesia parca di metafore, come di quella di Artoni, dal dettato lirico pacato, casto, di una solennità semplice, direi tolstoiana. Questo autore riesce a scrivere poesie di tensione etica e religiosa molto forte senza mai cadere nella retorica, rimanendo fedele alla lezione della sua terra, di Esenin e Pasternak soprattutto. Il sentimento della fraternità palpita anche nelle sue poesie di vita militare. Terëchin fa un uso magistrale della quartina e delle forme chiuse, come Artoni che mai ha rinunciato alle forme tradizionali, pur essendo modernissimo». «Come ‘’Il sole e la neve’’, scritto da Luigi Alfieri e da noi pubblicato è stato tradotto in russo, questo poeta russo meritava di essere conosciuto anche in terre lontane», ha osservato Fermo Tanzi, presidente di Fermo Editore. Se Artoni aveva chiuso fino a oggi il cassetto della poesia (l’ultimo testo risaliva appunto al 1966), ieri ha regalato al numeroso pubblico presente un nuovo testo, scritto pochi giorni prima e recitato con successo da Briganti. A chi lo sollecitava a tornare a pubblicare, ha risposto: «Non lo so, il tempo è poco, ma ho degli appunti...». Il presidente della Provincia, Vincenzo Bernazzoli (che ha ospitato l’incontro) ha dato una pergamena in segno di ringraziamento ai due poeti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bellezze...mondiali (sugli spalti) Gallery

tifo e tifose

Bellezze...mondiali (sugli spalti) Gallery

Traversetolo: calici e musica sul tramonto

FESTE PGN

Traversetolo: calici e musica sul tramonto Foto

Morto Vinnie Paul, batterista e co-fondatore Pantera

musica

E' morto Vinnie Paul, batterista dei Pantera

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Sea&No», la pescheria gastronomica di qualità

CHICHIBIO

«Sea&No», la pescheria gastronomica di qualità

di Chichibio

1commento

Lealtrenotizie

Salsomaggiore : Fritelli verso la vittoria

Ballottaggi

Salsomaggiore : Fritelli verso la vittoria

Chiusi i seggi a Salso. Affluenza in calo: ha votato il 49,6% dei salsesi

Violenza

La gelosia come ossessione: in carcere il partner-aguzzino

Anteprima gazzetta

Incidente nel Reggiano, grave un motociclista parmigiano Video

football americano

Panthers battuti dai Giants Bolzano nella semifinale scudetto

La sconfitta arriva al Tardini per 30-25

Cantieri

Opere incompiute: le date del taglio del nastro

3commenti

pericolo

Voragine in via Volturno, via Musini La foto

1commento

appuntamenti

Dopo la rugiada, una domenica di eventi nel Parmense Agenda

cus parma

Triathlon Campus e Duathlon Francigeno Guarda chi c'era

evento

Il dj set di Digitalism, ha chiuso il Cittadella Music festival Gallery

2commenti

Turismo

Pochi wc pubblici. Botta e risposta fra Comune e Confesercenti

7commenti

calcio e tribunale

Caso whatsapp-Parma (e match Frosinone), il Palermo: "Siamo parte lesa"

10commenti

Rapina

Incappucciato aggredisce una donna per rubarle l'auto: arrestato

12 tg parma

Disabili e lavoro: a Parma numeri in crescita ma liste d'attesa ancora lunghe Video

1commento

FIDENZA

Sicurezza, in arrivo 84 «occhi intelligenti»

Fontanellato

Morto il direttore della banda

BENECETO

L'abbraccio della maestra e dell'ex allieva

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Come potranno motivare una condanna?

di Michele Brambilla

LA PEPPA

Fusilli estivi, pasta fredda protagonista

ITALIA/MONDO

belluno

Turista si lancia dalla cima di un monte con tuta alare e muore

REGGIO EMILIA

Urla in casa, arrivano i carabinieri e sequestrano marijuana

SPORT

calcio

Giappone e Senegal, gol e spettacolo: finisce 2-2

RUSSIA 2018

Colombia travolgente: la Polonia è già fuori

SOCIETA'

cani

Sos per Tito, uno splendido esemplare di bracco ungherese

cina

Il bus si ribalta e i passeggeri volano fuori dal finestrino

MOTORI

MOTORI

Hyundai i20: restyling di sostanza

RESTYLING

La nuova Jeep Renegade in 5 mosse